Se alla settimana della moda di Milano il make up è stato a tutto colore alla Parigi Fashion Week l'attenzione è concentrata sull'effetto invisibile. Il focus principale è sul viso, con una prevalenza di look minimal e nude come quelli che abbiamo visto sfilare sulle passerelle newyorkesi: incarnato radioso, punti luce esagerati ma soprattutto effetti estremamente soft e impalpabili, per un trucco che c'è ma non si vede.

Il make up diventa impercettibile, quasi come se fosse invisibile: l'incarnato è omogeneo e minimal, il trucco c'è ma non si vede. L'autunno 2017 sarà quindi segnato da una beauty routine invisibile e impalpabile, come quella che abbiamo visto sulle passerelle parigine. Akris per esempio, crea un effetto di luce naturale e sofisticato con un fondotinta dall'effetto satinato che regala al viso una luce omogenea e un incarnato naturale. Le modelle che sfilano sulla passerella di Haider Ackermann sembrano addirittura struccate ma non lo sono affatto: l'incarnato è minimal ma luminoso con un tocco di highlighting appena sopra lo zigomo.

Naturale e invisibile ma con un'attenzione particolare ai punti luce, che saranno i protagonisti del make up sulle passerelle parigine: il viso è scolpito ad arte, quasi a richiamare la tendenza dello strobing di qualche estate fa. L'attenzione è concentrata sul viso, con punti luce sopra lo zigomo, sul naso e sotto l'arcata sopracciliare, ma non manca l'accenno di luce anche per il trucco occhi e labbra. L'incarnato risulta così radioso e la bellezza naturale viene esaltata dagli illuminanti: in crema per  un effetto glow, in polvere per un risultato minimal. Isabel Marant per esempio gioca con punti luci realizzati ad arte sul volto delle modelle per enfatizzare gli zigomi, creando un effetto satin per il resto del viso. Guy La Roche invece, concentra tutta l'attenzione del make up sui punti luce del viso: zigomo, naso e un delicato accenno su fronte e mento.