Robert E. Kelly è il professore dell'Università di Pusan, in Corea del Sud, che ha fatto il giro del web negli ultimi giorni. Era collegato via Skype agli studi della BBC e stava parlando di politica nel suo ufficio, quando i suoi due figli piccoli sono entrati  nella camera. La prima a "disturbarlo" è stata la bambina, era vestita di giallo, portava un paio di occhiali da sole e saltellava allegra, poco dopo è stata seguita dal fratellino più piccolo su un girello. Anche se il conduttore ha fatto il possibile per portare avanti l'intervista senza lasciarsi travolgere dal panico o da un attacco di risate, è stato necessario l'intervento della moglie per trascinare via i piccoli.

La collega Julia Macfarlane, però, ha pensato bene di pubblicare il video in un tweet e da allora è diventato virale. Nei giorni successivi, la BBC ha portato nuovamente l'attenzione sull'accaduto, mandando in onda la parodia di quel filmato. La protagonista è una giornalista dell’emittente britannica che, mentre risponde alle domande del conduttore con impassibilità, non smette di svolgere le tradizionali attività da mamma come dare il biberon alla piccola, prenderla in braccio, controllare la teglia del pollo, pulire una camicia e giocare con l'altro figlio.

Addirittura, riesce anche a disinnescare una bomba, tutto mentre mantiene la massima professionalità. Insomma, è chiaro che l'obiettivo era dimostrare cosa sarebbe successo se ci fosse stata una donna al posto di Robert E. Kelly. Il risultato è stato esilarante e ha dimostrato la forza del sesso femminile, che, nonostante spesso abbia intere famiglie da gestire e da portare avanti, trova il modo di apparire perfette sul lavoro e di portare a termine i loro compiti in modo impeccabile. Chissà in quante si saranno trovate davvero in una situazione simile, certo è che il filmato della BBC è davvero esilarante.