15:29

Il Giubileo della Regina Elisabetta, sessant’anni di stile

Elisabetta II festeggia il Giubileo di diamante, sessant'anni di regno che hanno visto scorrere tantissimi tailleur color pastello, stravaganti cappelli e preziosi gioielli.

Il Giubileo della Regina Elisabetta, sessant'anni di stile.

Il Regno Unito si appresta a festeggiare la sua sovrana con celebrazioni degne di un regno che dura da sessant’anni. Dal 2 al 5 giugno sarà il Diamond Jubilee della regina Elisabetta II che salì al trono il 6 febbraio 1952. Un regno molto lungo che, al di là delle vicende storiche e politiche, ha visto il succedersi di cambiamenti sociali, stili e gusti; eppure la figura, sempre fedele a se stessa, della sovrana è stata un punto di riferimento, è diventata quasi una sagoma pop al pari di attrici come Marylin Monroe, un riferimento della cultura popolare.

Di certo Elisabetta II incarna tutto ciò che è tipicamente inglese, nel suo look e nelle sue abitudini, del resto, a differenza di altre teste coronate, indossa solo abiti e accessori realizzati da suoi sudditi. A partire dalla cerimonia di incoronazione che si svolse il 2 giugno 1953 in cui apparve con un lungo mantello di Norman Hartnell decorato di ricami oro, un po’ come le splendide cappe di Dolce&Gabbana del prossimo autunno/inverno.

Tutti ricordano Elisabetta II nei suoi ormai leggendari tailleur color pastello, una vera trend setter ante litteram dell’estate 2012. Addirittura la rivista Vogue ha fatto uno studio apposito per scoprire i colori più indossati dalla sovrana: il blu nelle sue diverse sfumature è il preferito, seguono il verde, il crema e il giallo; il nero è solo di circostanza nelle occasioni di lutto, mentre le fantasie a fiori, così amate dalle gentildonne inglesi, sono indossate raramente. Alla vigilia delle grandi occasioni i bookmaker hanno sempre scommesso sul look della regina, era stato così per il matrimonio di William e Kate, quando il giallo canarino confermò le previsioni; per l’Epson Derby di ippica del 2 giugno pare che il cappello verde sia il look più quotato, mentre il colore crema per il Thames Diamond Jubilee Pageant. Ma la vera lezione di stile è quella di avere fatto di una necessità una virtù: la regina deve indossare colori vistosi in modo da essere sempre visibile tra la folla e riconoscibile, ma l’ obbligo di protocollo è diventato un vezzo.

Il cappello è un altro dei feticci reali e in generale inglesi, la regina non manca di indossarli in ogni occasione pubblica, tranne che non sia costretta a portare la pesantissima corona reale; purchè in pan dan con il tailleur, non esiste limite alla stravaganza, di forme e applicazioni, dai fiori alle piume; le borse sono sempre rigorosamente indossate al braccio, quella nera mostrata in occasione del matrimonio del nipote fece impennare le vendite della pelletteria Launer London, storico fornitore reale, del resto pare che quel modello abbia fatto presa anche sulle giovani addette al vintage e nostalgiche di quei modelli rigidi. Altro fornitore storico dei Windsor è Barbour che vanta anche il Royal Warrant, ossia il diritto di usare lo stemma reale nei propri prodotti, infatti la stessa regina ama indossare la celebre giacca in tela cerata durante i soggiorni nel castello di Balmoral, in Scozia.

Elisabetta II vanta anche una preziosa collezioni di gioielli privati distinti da quelli propriamente della corona. Nella quotidianità preferisce delle sobrie perle, ma i suoi diamanti sono tra i più belli del mondo e alcuni pezzi sono diventati iconici perchè indossati in importanti occasioni: la tiara di Vladimir ereditata dalla nonna; la tiara burmese di rubini, commissionata nel 1973; gli orecchini della regina Vittoria; la collana a festone composta da tre fili ognuno dei quali vanta 150 brillanti. Certo sembra strano pensare che una donna così elegante possa avere ricevuto in dono dai figli un cardigan di oro, diamanti e zaffiri in occasione dei 50 anni di matrimonio, speriamo solo che per festeggiare i 60 anni di regno il principe Carlo e figli scelgano qualcosa di prezioso sì, ma decisamente non pacchiano.

Approfondimenti: regina elisabetta

commenta
Lo stile della Regina Elisabetta
STORIE INTERESSANTI
STORIE DEL GIORNO
FANPAGE D'AUTORE
ALTRE STORIE