Orla Geeson è una bambina di 7 anni, viene da East Leake, nel Nottinghamshire, e ,dopo aver aperto i regali di Natale la mattina del 25, si è messa a giocare con il dono della nonna, i Clingabeez, delle palline colorate e appiccicose con cui si può dare vita a piccoli pupazzi e alle forme più svariate. Purtroppo, però, dopo pochi minuto è uscita urlando e in lacrime dalla sua camera poiché quelle sfere le si erano aggrovigliate nei capelli.

La mamma è intervenuta prontamente nella speranza che le sue mani esperte riuscissero a estrarle ma, alla fine, non c’è stato nulla da fare: ha dovuto tagliare i capelli della figlia. “Ci ho provato, ho fatto di tutto per estrarre quelle palline. Orla è andata nel panico, ha detto di averle poggiate sul letto e che le si sono incastrate nei capelli. Credeva che fosse colpa sua”, ha spiegato la mamma della bimba, dispiaciuta del fatto che le abbia dovuto tagliarle completamente i capelli. Ora, la sua intenzione è quella di mettere in guardia tutti gli altri genitori: i Clingabeez sono pericolosi e dovrebbero essere tenuti lontani dai capelli e dagli animali domestici, così da evitare di andare incontro a cose simili.

Certo, nel libretto illustrativo si fa riferimento a questo possibile “effetto collaterale” ma, considerando che è un giocattolo per bambini con più di 4 anni, un semplice avvertimento sembra non essere abbastanza. Chissà se l'esperienza di Orla verrà presa da esempio da altre famiglie, certo è che la piccola ha dovuto rinunciare ai suoi capelli semplicemente perché ha giocato con delle palline colorate.