02:17

I consigli di Alice Ubezio per un matrimonio da favola

Abbiamo incontrato Alice Ubezio che, nella vita, ha unito due passioni: il catering e l'organizzazione di matrimoni. Per Donna fanpage svelerà tanti pratici consigli di stile e buongusto.

I consigli di Alice Ubezio per un matrimonio da favola.

Alice Ubezio adora il color rosa, i cupcakes, il buon cibo abbinato al giusto vino, pizzi, fiocchi e cose belle. Se aggiungete che fin da piccola era circondata da spose visto che il padre era fotografo di professione, era inevitabile che si appassionasse anche di matrimoni. Grazie alla sua innata fantasia, al suo estro e agli studi artistici che ha compiuto, è riuscita a fare della sua passione anche il suo lavoro. Oggi lavora in una società di marketing di catering a Milano ed è anche wedding planner. Avventuriamoci con lei alla scoperta dei segreti per realizzare un matrimonio da favola. Questo è il suo racconto.

Ormai è deciso: pronuncerete il fatidico sì. Si! Ed è proprio qui che comincia il bello. La promessa di una vita, il vostro sogno che si realizza. Tutto vero, ma cosa c’è dietro? Quanti preventivi, quali prove, che genere di giungla si deve affrontare per arrivare vive (e splendide) al fatidico momento? Il fidanzamento, la location, ma anche l’abito, la lingerie, il fotografo, la location, la musica,il catering. Gli ingredienti per organizzare il matrimonio perfetto sono davvero molti: ecco per voi preziosi consigli che vi accompagneranno passo dopo passo  per un ideale countdown fino al giorno del sì. Praticamente quando l’anello è ancora fresco di dichiarazione , già si confrontano locations, fornitori di confetti, e fioristi perché si vorrebbe fare tutto e subito e in men che non si dica una sorta di frenesia isterica s’impossessa anche della più mite delle spose che, in pochi giorni, libri e ritagli di giornale alla mano, vuole memorizzare tutto in fatto di ricevimenti. A condire il tutto numerosi programmi televisivi in tema wedding bombardano giornalmente le future spose creando a volte una gran confusione.

State tranquille: la prima regola è tirare una linea guida generale! Organizzazione: prima dell’abito e della scelta della pettinatura vi sarà  utile compilare una tabella di marcia, che scandisca i tempi entro cui occuparsi di ogni incombenza. Una sorta di lista che vi aiuti a non dimenticare nulla, includendo sempre un piano B per gli imprevisti dell’ultimo minuto! State prendendo informazioni dai vari fornitori sul mercato…e vi è venuto un mancamento nel leggere il totale dei preventivi?! In effetti per esempio calcolando una media di 100 invitati oltre la metà del budget se ne andrà per pranzo/cena e location, poi ci sono gli abiti, i fiori, le foto… Cifre da capogiro! Non vi scoraggiate, c’è sempre il modo di raggiungere i vostri desideri cercando di spendere qualcosina di meno, l’importante è seguire qualche piccola dritta.

Ci sono matrimoni low cost  e ci sono quelli in cui non si bada a spese. Non importa a quale dei due appartenga il vostro, la cosa fondamentale per tutti è definire un budget, ovvero la cifra da spendere che poi procederai a ripartire per i vari fornitori. Altra cosa basilare è dare la giusta priorità ad ogni scelta: per esempio, se un abito haute couture non è per le vostre tasche, magari bomboniere handmade. L’ultima tendenza per accorciare anche del 40% le spese è quella di farsi sponsorizzare il matrimonio. Come? Aprendo un blog dedicato, cercando di renderlo visibile fino a che fiocchino le adesioni. Non prendere l’organizzazione del vostro matrimonio come una questione di principio, o ne verrete sopraffatte! Ci sono ragazze, brave ad organizzare da sole le proprie nozze, che però sottovalutano l’importanza di una persona che coordini le varie fasi della giornata e soprattutto i diversi fornitori coinvolti. Che sia una wedding planner o la vostra fidata amica , farsi aiutare sia nella gestione dell’organizzazione, che durante il wedding day vi permetterà di essere più rilassate: una sposa stressata non piace a nessuno!

Partiamo dalla scelta del Catering: dalla qualità del cibo, al modo in cui esso viene presentato e servito, dipende buona parte della riuscita del ricevimento. Le coppie oggi possono optare e scegliere tra le tante e differenti ”offerte ” in base proprio alle loro esigenze e necessità. Se pranzo o cena serviti a tavola gli ospiti si siederanno ai tavoli all’inizio del pasto rispettando le assegnazioni dei posti fatte dagli sposi nel tableau. Saranno i
camerieri a servire ogni portata al tavolo. Il Buffet è una soluzione standing, molto richiesta negli ultimi anni. Ci si può sbizzarrire ricreando isole tematiche (isola del pesce, di frittini,dei salumi..). La gestione di un servizio buffet permetterà agli invitati di muoversi liberamente, senza essere costretti ad un tavolo con gli stessi commensali, cosa che potrebbe generare insofferenza in qualcuno. Questa soluzione necessita di un ampio spazio per servirsi, onde evitare un “assalto” ad ogni portata, con relativo affollamento e confusione. Importante prevedere e ricreare zone con sedute e tavoli d’appoggio.

Il Cocktail party è un’alternativa possibile alle precedenti nel caso in cui la cerimonia sia stata celebrata a metà pomeriggio. Tipico è un rinfresco all’aperto servito sotto gazebo e accompagnato da una musica soft. Questa soluzione permette di estendere il ricevimento ad un gran numero di persone senza però avere una spesa economica eccessiva. Qualunque sia il tipo di banchetto di nozze che vogliate fare, è necessario considerare che questo sarà fortemente influenzato dal luogo, dal ricevimento scelto e dallo stile e dal tono che ha caratterizzato l’intero matrimonio. Se avete infatti optato per un matrimonio casual, ad esempio, sarà assolutamente fuori luogo organizzare un ricevimento di nozze formale, con posateria  d’argento, mise en place preziose, nelle sale di un antico maniero.

Generalmente il primo incontro con la futura coppia di sposi avviene 10-12 mesi prima del matrimonio e spesso hanno deciso solo la data ma la stesura dell’evento è tutta dadefinire. Si ascoltano le richieste, si cerca di capire le esigenze, si decide come partire e si inzia a mettere nero su bianco i primi progetti inattesa del grande giorno!” Assicura Alice.

Organizzare un matrimonio  significa avere a che fare sempre con coppie di qualsiasi genere, e con esigenze di ogni tipo. Ogni evento dovrebbe essere la  somma dei vostri sogni e dei vostri desideri: la personalità di ogni coppia finirà poi col rappresentare lo stile del ricevimento. Per questo (dovrebbe valere per ognifornitore in questione) è necessario mettere in gioco il talento di una squadra che ci sappia fare sotto ogni punto di vista. Questo è probabilmente l’elemento più importante: avere la squadra giusta con le persone giuste che sappiano mettere le proprie capacità all’opera insieme a quelle degli altri. Solo così è possibile realizzare un matrimonio perfetto, che si concretizza sotto gli occhi attenti di tutti gli ospiti proprio durante il vostro giorno unico e irripetibile.

Ogni matrimonio è come una prima.. Pronti ad andare in scena?

Potete seguire i consigli di Alice su Celebrate, il suo blog.

commenta
STORIE INTERESSANTI
STORIE DEL GIORNO
FANPAGE D'AUTORE
ALTRE STORIE