16:28

I carboidrati fanno dimagrire se mangiati la sera: la pasta è meglio a cena

La pasta sarebbe dimagrante se mangiata la sera? Strano ma vero! Lo afferma un nuovo studio

I carboidrati fanno dimagrire se mangiati la sera: la pasta è meglio a cena.

Sarà che manca poco alla prova costume, ma ogni giorno si susseguono novità sulle diete e sui metodi migliori per perdere peso in fretta, senza sacrifici e arrivado direttamente in linea per la spiaggia. Sappiate che questi miracoli non avvengono! E se volete dimagrire per non essere tra quegli italiani bocciati alla prova costume, dovete pensarci per tempo, perchè il corpo non è un giocattolo che si veste e si spoglia dei chili di troppo con tanta facilità. Ebbene, l’ultima notizia ci dice che se mangiamo i carboidrati la sera, questi contribuiscono a farci dimagrire. Sarà forse per incentivare le famose spaghettate di mezzanotte?

I carboidrati, se assunti la sera, fanno bene al peso forma. Così dicono i ricercatori dell’Università di Gerusalemme con uno studio pubblicato on line da Obesity. La ricerca ha preso in analisi 78 donne e uomini obesi che sono stati divisi in due gruppi che, per 6 mesi, hanno seguito lo stesso tipo di dieta ipocalorica (1300/1500 kcal al giorno) con l’unica differenza del momento in cui venivano assunti i carboidrati: in un gruppo i carboidrati (sotto forma di pasta, riso, pane o patate e yogurt alla frutta o un paio di biscotti) venivano assunti, con altri alimenti, prevalentemente alla sera, mentre nell’altro gruppo, i carboidrati venivano distribuiti durante tutta la giornata. Nel primo gruppo, dopo 6 mesi, è stata registrata una maggiore perdita di peso per una media di 11,6 kg contro i 9 kg dell’altro gruppo, con una maggiore riduzione della circonferenza addominale e della massa grassa, un minor senso di fame e migliori risultati relativi ai livelli di glucosio e colesterolo nel sangue e di alcuni marker dell’infiammazione. Questi dati si trovano in metto contrasto con le indicazioni della dieta dei 17 giorni, secondo cui la sera non si possono mangiare alcuni tipi di carboidrati.

Per quanto possa sembrare contro ogni equilibrio alimentare, l’ipotesi dei ricercatori sembra avere una spiegazione ben chiara: lo spostamento dei carboidrati alla sera potrebbe modificare in modo favorevole la secrezione degli ormoni leptina e adiponectina. In pratica, la leptina, che è detto anche “l’ormone della sazietà”, e la adiponectina che riduce i livelli di glucosio e colesterolo nel sangue, verrebbero stimolati positivamente dall’apporto di carboidrati la sera. “Premesso che non basta uno studio per trarre conclusioni definitive, —commenta Gabriele Riccardi, presidente della Società italiana di diabetologia — consumare più carboidrati a cena e meno a pranzo potrebbe essere una scelta ragionevole, poiché durante il riposo notturno gli zuccheri vengono temporaneamente immagazzinati per essere poi rimessi in circolo, sotto forma di glucosio, nel corso della giornata, specialmente quando serve energia per fare uno sforzo fisico. Se poi gli alimenti ricchi in carboidrati sono anche una buona fonte di fibre, il controllo metabolico e il senso di sazietà migliorano, e si prolungano, ulteriormente”. Più che dare ascolto ad ogni minimo accenno di miracolo dimagrante, cerchiamo di mantenere nel lungo periodo un atteggiamento sano quando ci mettiamo a tavola, perchè ne va anche della nostra salute. E se per la linea qualcosa di può aggiustare, se viene compromessa la salute diventa tutto più complicato. Pensiamoci, prima di buttarci a capofitto in queste novità.

Approfondimenti: dieta, pasta

commenta
STORIE INTERESSANTI
STORIE DEL GIORNO
FANPAGE D'AUTORE
ALTRE STORIE