Le mestruazioni accompagnano la vita di ogni donna dalla pubertà alla menopausa. Sono delle perdite ematiche che si verificano ogni 28 giorni quando l’utero elimina lo strato superficiale della sua mucosa. Quest’ultimo praticamente si “rinnova” prima dell’ovulazione successiva, quando il sistema riproduttivo della donna sarà nuovamente pronto per essere fecondato. A volte però si possono verificare delle anomalie nel ciclo mestruale, spotting, dolori o forti emorragie. Nessuno di questi sintomi dovrebbe essere trascurato. Vi si è presentato uno di questi 5 problemi? E’ arrivato il momento di andare dal ginecologo.

1. Mestruazioni saltate – Se il ciclo non arriva, la prima cosa a cui si pensa è la gravidanza, in realtà ci sono molti altri motivi che potrebbero portare a dei sintomi simili. Squilibri ormonali, problemi alla tiroide, diete, stress, menopausa precoce sono solo alcuni dei problemi fisici che potrebbero incidere negativamente sulle proprie mestruazioni. Oltre ad una visita ginecologica, ci sarà probabilmente bisogno di alcune analisi per controllare i livelli ormonali, che potrebbero portare a problemi più gravi, ma facilmente curabili come la sindrome dell’ovaio policistico.

2. Crampi intensi – L’inizio del ciclo coincide con l’arrivo dei crampi alla pancia, che sono estremamente dolorosi, ma sopportabili. Nel caso in cui invece i crampi diventassero così intensi da impedire anche i movimenti, potrebbe essere causati da una endometriosi. Si tratta di una condizione in cui le cellule che crescono all'interno dell'utero cominciano a crescere al fuori di esso, causando gravi dolori alla pancia. La maggior parte delle volte sono soprattutto le più giovani a soffrire di questa condizione, ma, tenendola sotto controllo, sarà facile curarsi.

3. Spotting – Nel caso in cui si prende la pillola anticoncezionale è normale vedere delle macchie di sangue tra un ciclo e l’altro. Quando però le perdite sono molto intense, sarebbe meglio rivolgersi ad un medico, poiché si potrebbe avere una cisti uterina, dei polipi, delle infezioni o addirittura delle crescite precancerose.

4. Forti emorragie o mestruazioni che durano più di 10 giorni – Un ciclo mestruale dovrebbe durare al massimo 5-6 giorni. Quando si hanno invece dei sanguinamenti abbondanti sia per quantità che per durata, la cosa potrebbe nascondere un altro problema di salute e nel peggiore di casi potrebbe portare anche all’anemia. Sarebbe meglio quindi rivolgersi ad un medico il più presto possibile.

5. Sindromi pre-mestruali insopportabili – Siete insopportabili nei giorni prima del ciclo? Potrebbe essere a causa del disturbo disforico premestruale. I sintomi includono fame improvvisa, sbalzi di umore, ansia, rabbia. Appaiono dal nulla nella settimana prima del ciclo e tendono a scomparire con l’inizio delle mestruazioni. Può essere molto debilitante, ma in casi estremi gli antidepressivi potrebbero aiutare.