Tra lavoro, famiglia, palestra e preoccupazioni quotidiane, la vita può diventare davvero infernale ma, per fortuna, è possibile combattere l'ansia ricorrendo a dei rimedi naturali. Coloro che proprio non riescono a stare con le mani in mano di fronte allo stress e che non trovano nessun beneficio con lo yoga, possono provare con un metodo "alternativo": degli esercizi di respirazione. Il respiro è infatti il ponte tra lo yoga e la meditazione e permette di regolare la presenza di ossigeno nel sangue, favorendo un corretto funzionamento del sistema nervoso. Ecco quali sono gli esercizi per sconfiggere ansia e stress.

1. Respiro di Fuoco – L'esercizio del Respiro di Fuoco è utile per aumentare la frequenza del battito cardiaco e l’energia che riesce a calmare la propria mente. Per metterlo in pratica, è necessario poggiare il palmo di una mano sul petto, sotto la clavicola, e l'altro sulla pancia. Dopo avere inspirato ed espirato rapidamente attraverso il naso, bisognerà concentrarsi sul movimento del petto e della pancia. Al termine dell'esercizio, si dovranno chiudere gli occhi ed espirare.

2. Tecnica 4-6-4 – La tecnica di respirazione 4-6-4 cambia il proprio modo di respirare, favorendo l'abbandono delle cattive abitudini. Bisogna inspirare per 4 secondi, trattenere il respiro per 6 secondi, espirare per 4 secondi e ripetere il tutto fino a quando non ci si sente rilassati. Respirare bene è il primo passo per sentirsi bene.

3. App per il controllo del respiro – La tecnologia riesce a dare grandi aiuti anche quando si parla di ansia e stress. Esistono delle app che permettono di fare degli esercizi di respirazione sotto la guida di un tutor, così da raggiungere risultati incredibili in ogni posto in cui ci si trova.

4. Respiro del segno – Questo esercizio permette invece di liberarsi dalle tensioni accumulate durante la giornata, così da addormentarsi in un batter d'occhio. Per cominciare, bisogna aprire leggermente la bocca, ispirando fino a quando non si sente un "click" nelle orecchie. Subito dopo, bisogna espirare, producendo il suono "Ahhh". Con questi semplici gesti, ci si distaccherà dall’emisfero sinistro del cervello, dove hanno origine paure, tensioni e preoccupazioni.

5. Esercizio "taglio della corda" – Questo esercizio ha origini tibetane e consiste nel battere ripetutamente il pugno sul petto, pronunciando il suono "HA". In questo modo, ci si lascia alle spella ogni forma di negatività e ci si riconnette con tutti gli esseri viventi del pianeta.