Si avvicina l'estate e non sei ancora pronto per la prova costume? Niente paura, potresti aver trovato la soluzione per cominciare a mangiare qualcosina in meno. Sono molte le persone che non riescono proprio a trattenersi a tavola perché hanno sempre fame. Per fortuna, gli esperti hanno capito qual è il motivo nascosto dietro una cosa simile. Secondo una ricerca pubblicata sul Journal of Clinical Investigation, sarebbe il sale ad alzare i livelli di sodio nel sangue e a generare un maggiore senso di appetito.

Sono state monitorate le abitudini alimentari di alcuni cosmonauti rossi e i risultati sono stati chiari: coloro che assumevano maggiori quantità di sale avevano più fame e meno sete. Il motivo sarebbe molto semplice: il corpo ha bisogno di energia per conservare l'acqua e, quando si segue una dieta ipocalorica, è inevitabile che si richieda una quantità di cibo più elevata per non finire disidratati. A lungo andare, però, il corpo richiede sempre meno acqua poiché ne avrà immagazzinata già moltissima. "I reni devono trovare un modo alternativo per aumentare il livello d'acqua e se hai un alto contenuto sodio allora avrai meno sete", ha spiegato Jen Titze, una delle autrici della ricerca.

Le diete ipocaloriche non fanno altro che alterare il proprio metabolismo, causando malattie cardiache, diabete, trombosi e variazioni della pressione sanguigna. Ciò che è stato scoperto attraverso lo studio, però, è che gli alti livelli di sodio nel sangue possono essere associati alla rottura di una proteina muscolare, che permette ai reni di riassorbire i fluidi e prevenire la perdita d'acqua. Tutti coloro che seguono una dieta ipocalorica dovrebbe cominciare a ridurre la quantità di sale assunto, così da regolare la propria alimentazione e non avere fame in continuazione.