16:46

Europei 2012: identikit della vera tifosa di calcio

Gli Europei 2012 di calcio coinvolgono davvero tutti e tengono attaccati allo schermo milioni di persone. Non sono solo gli uomini a seguire il calcio, anche le donne non perdono occasione per tifare italia... Ma come riconoscere la vera tifosa? Quattro tipologie per riconoscere le amanti del pallone

Europei 2012: identikit della vera tifosa di calcio.

Gli Europei di Calcio sono ormai entrati nel vivo e, oltre agli uomini, sono tante anche le donne che non perdono occasione per tifare la Nazionale italiana. Ma come si fa a riconoscere una vera tifosa? Abbiamo stilato un identikit per riconoscerla.

Le finte appassionate – Si definiscono tifose benchè di calcio non ne capiscano nulla e provino per una partita dell’Europeo lo stesso pathos che potrebbero provare per un torneo di bocce. Tentano di compiacere il proprio partner o gli amici simulando partecipazione durante le partite, si spingono fino a fare qualche commento ad alta voce e ad emettere grida di gioia facendo attenzione a non esultare per la squadra sbagliata. Nella loro agenda compare spesso, in concomitanza con l’orario della partita, un’improvvisa cena di lavoro lunga e noisa o l’irrinunciabile festa di compleanno dell’amica di infanzia a cui non possono mancare. Si scusano per l’assenza e chiedono di essere aggiornate, promettendo che alla prossima partita non mancheranno.

Le calcio-predatrici – Sono quelle che, più che la palla, guardano i fisici di chi la calcia! Quindi attenzione puntata al massimo sui calciatori, sul corpo atletico e i muscoli scolpiti… il calciatore potrebbe essere il loro partner ideale! Che questi prestanti uomini siano oggetto dei loro desideri e sogni, sarà merito del fatto che hanno stipendi milionari, ville nelle località più esclusive e innumerevoli automobili?

Le Patriottiche – Queste tifose non sono particolarmente competenti in materia e non potrebbero parlare con cognizione di causa di dribbling o di fuorigioco ma il loro interesse per la squadra nazionale è reale e accettano con piacere un invito a casa degli amici per vedere una partita dell’Italia.

La vera amante del calcio – E’ una tipologia meno rara di quanto si possa pensare, non è trascurata e mascolina (almeno, non sempre) ma indossa gonna e tacchi alti e non si vergogna a divorare la Gazzetta dello Sport. E’ proprio questo tifo grintoso in rosa a far sembrare anacronistica la canzone ” La partita di pallone” con cui Rita Pavone si lamentava dell’assenza del fidanzato, distratto dal richiamo dello stadio. Su Facebook sono nati molti gruppi che puntano ad unire donne appassionate di pallone, come ” Ragazze che amano il calcio” che ormai conta 5000 iscritte e ” Fiere di essere ragazze che amano il calcio” con più di 2500 contatti.

Che il calcio stia diventando una passione rosa? Anche se sono tante le testimonianze delle tifose che si fanno immortalare con la maglia azzurra o in scatti sexy come quelli di Micaela Schafer e Alexia Mell in divisa calcistica a sostegno della loro nazione, non possiamo ancora dirlo, ma l’importante è essere tutti uniti nel dire… Forza Italia!

Marta Cagnoli

commenta
STORIE INTERESSANTI
STORIE DEL GIORNO
FANPAGE D'AUTORE
ALTRE STORIE