L'erba mate (o yerba mate) è una pianta sempreverde tipica dei paesi del Sudamerica, principalmente Argentina, Brasile e Paraguay. Dalle sue foglie si ricava l'omonima bevanda detta anche tè argentino o semplicemente mate che contiene mateina, sostanza simile alla caffeina ma che dona alla bevanda proprietà energizzanti diverse da quelle del caffè dato che, il rilascio della caffeina è più lento e, il beneficio stimolante della bevanda, dura più a lungo. Inoltre è ricca di polifenoli e contiene vitamina C e vitamine del gruppo B, oltre ai sali minerali. Ha inoltre un alto potere saziante e ciò la rende una bevanda utile a chi sta seguendo una dieta e vuole placare il senso di fame. Ma scopriamo quali sono i benefici di questa bevanda e quando, invece, è controindicata.

SOMMARIO

Proprietà benefiche dell'erba mate
Yerba Mate: dove acquistarlo e come prepararlo
Controindicazioni

Proprietà benefiche dell'erba mate.

Antiossidante: l'erba mate ha proprietà antiossidanti grazie ai polifenoli, che contrastano l'azione dei radicali liberi rallentando, quindi, il processo di invecchiamento cellulare.

Aiuta la diuresi: l'effetto drenante aiuta a liberare l'organismo dalle tossine aiutando anche i reni , ciò grazie a due sostanze contenute nell'erba mate: teobromina e teofillina. La bevanda a base di erba mate è quindi un ottimo rimedio anche per prevenire calcoli renali.

Stimolante e energizzante: ha effetti stimolanti simili a quelli del caffè ma riesce a donare al corpo e alla mente un'immediata sensazione di benessere, sensazione che dura più a lungo, e ha effetti più positivi rispetto al caffè. nelle giuste dosi non provoca palpitazioni o senso di agitazione. È un ottimo rimedio quando si ha bisogno di ritrovare energie e concentrazione. È consigliata a chi pratica sport perché, oltre a donare energia, riduce la produzione di acido lattico.

Dimagrante: questo suo effetto dimagrante è dovuto sia al suo alto potere saziante che limita il senso di fame, sia alle sue proprietà termogeniche che aumentano il metabolismo. Ovviamente tutto ciò deve essere sempre associato a una dieta ipocalorica, bevendo dalle 2 alle 3 tazze al giorno di mate.

Toccasana per stomaco e intestino: consumata dopo pasto, l'erba mate, aiuta la digestione e favorisce l'assorbimento dei nutrienti. I benefici di una buona digestione si ripercuotono anche sull'intestino aiutando in caso di intestino pigro o stipsi.

Previene i tumori: uno studio condotto dall'Università dell'Illinois ha dimostrato che, i principi attivi contenuti nella pianta, sono in grado di debellare le cellule cancerogene responsabili del tumore al colon.

Riduce il colesterolo: le teofiline contenute nell'erba mate sono in grado di abbassare i livelli di colesterolo cattivo (LDL) nel sangue e di garantire un buon funzionamento del cuore.

Yerba Mate: dove acquistarlo e come prepararlo.

La bevanda a base di erba mate può essere preparata sia a partire dalle foglie essiccate o grazie a filtri già pronti, in entrambe i casi l'erba mate si acquista in erboristeria, nei reparti di alimenti etnici, nei negozi bio e on line e il costo varia dai 10 ai 15 euro per una confezione di filtri o di erba essiccata. Ci sono due modi per preparare il mate, il primo è quello di seguire la stessa procedura per la preparazione di tè e tisane: lasciare in infusione in acqua calda le foglie essiccate per alcuni minuti prima di filtrare e bere. Il suo sapore è leggermente amarognolo e nella tradizione non viene zuccherato. C'è poi un altro metodo, che viene utilizzato in Sudamerica e che fu inventato dagli Indios guaranì: è una sorta di rituale che prevede l'utilizzo di un particolare contenitore, il mate o matero, e di una sorta di cannuccia chiamata bombilla, oggetti che trovate in erboristeria o nei negozi equi e solidali. Ecco come preparare l'erba mate con questo metodo

  • mettete a riscaldare l'acqua in un pentolino;
  • nel frattempo mettete le foglie essiccate nel matero (due cucchiaini) e posizionate anche la bombilla;
  • aggiungete l'acqua calda ma non bollente, altrimenti le foglie potrebbero bruciarsi e, dopo qualche minuto, cominciate a bere senza muovere le foglie con la bombilla, che va lasciata nella sua posizione;
  • è possibile poi aggiungere altra acqua calda, sempre lasciando le stesse foglie, per creare una nuova bevanda.

La dose consigliata è di 2 o 3 tazze di mate al giorno. Consultatevi comunque anche con l'erborista per le dosi.

Controindicazioni.

L'erba mate è di solito ben tollerata dai soggetti sani ma, come tutte le bevande che contengono caffeina, un uso eccessivo di erba mate può causare tra gli effetti collaterali: nervosismo, insonnia, tachicardia, diarrea e vertigini. Devono limitarne il consumo le persone che soffrono di problemi cardiaci e anche le donne in gravidanza. Da alcune ricerche è poi risultato un legame tra consumo di erba mate e tumore allo stomaco, anche se ciò sembrerebbe dovuto al consumo della bevanda bollente, che andrebbe a sensibilizzare le pareti dello stomaco rendendole più facilmente attaccabili da tumori. Per questo, di solito, anche quando si tratta di altre bevande come tè o tisane, è sempre meglio berle calde o tiepide ma mai bollenti. In ogni caso consultate sempre il medico prima di fare uso costante della bevanda soprattutto se soffrite di qualche patologia o assumete farmaci.