Domani si celebrerà la Giornata Mondiale del Sonno, ricade ogni anno il venerdì prima dell'equinozio di primavera e ha l'obiettivo di ricordare quanto sia importante dormire bene. La Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale ha approfittato dell'occasione per spiegare quali sono i pericoli a cui adulti e bambini vanno incontro se dormono meno del necessario. E' stata effettuata un’indagine sulle abitudini nell’età compresa tra 1 e 14 anni e i risultati sono stati chiari: solo il 68,4% dei bambini dorme in modo adeguato.

La cosa potrebbe esporli a obesità e, una volta cresciuti, a malattie croniche come l’insulino-resistenza, il diabete mellito di tipo 2 e i disturbi cardiovascolari. “Una riduzione sistematica e prolungata del sonno, oltre alle classiche conseguenze come sbalzi di umore, irritabilità e difficoltà di concentrazione sembra essere associata allo sviluppo di patologie croniche", ha spiegato Paolo Brambilla, Coordinatore Gruppo di lavoro della SIPPS “Obesità e stili di vita”.

Quando non si dorme abbastanza aumenta l'appetito poiché c'è un’alterazione dei neuropeptidi, si fa meno attività fisica perché ci si sente stanchi, cresce la stanchezza e il tempo disponibile per assumere alimenti ricchi di calorie durante la giornata. E' proprio per questo che i pediatri danno alcuni consigli per prendersi cura della propria salute a seconda dell'età: i bambini fino a 12 mesi hanno bisogno di dormire 14-18 ore durante il giorno e la notte, quelli di almeno un anno di 12-14 ore fino all'età prescolare, mentre quelli che frequentano la scuola primaria devono riposare 10-12 ore ogni giorno.

E' fondamentale, inoltre, curare la qualità del sonno. Secondo lo studio, solo il 47% dei piccoli di età compresa tra 1 e 2 anni si addormenta nel proprio letto, numeri che si riducono con l'avanzare dell'età. La cosa non gli fa bene, visto che per riposare bene la camera da letto deve essere tranquilla, silenziosa e poco illuminata. Come ultima cosa, è necessario fargli mantenere sempre gli stessi orari di risveglio, evitare di farlo giocare con videogiochi e tablet prima di andare a letto e farlo cenare due ore prima di coricarsi. Solo in questo modo, si eviterà che il piccolo abbia la tendenza a diventare obeso.