Esistono delle leggende e dei veri e propri miti sulle diete. C'è chi dice che saltare i pasti aiuti a dimagrire, o che evitare l'assunzione di carboidrati come pasta e pane sia fondamentale per mantenere la linea perfetta. In realtà alcuni di essi sono dei miti irreali, che oltre a non far perdere peso spesso sono anche dannosi per il nostro corpo. Ecco 5 miti sulle diete da sfatare!

1. Saltare i pasti: non è vero che saltare i pasti fa bene alla linea. Spesso si crede che evitando di mangiare un pasto durante la giornata si eviti anche di assumere calorie aggiuntive. In realtà invece, saltare i pasti aumenta la sensazione di fame e si rischia di arrivare alla cena troppo affamate e di abbuffarsi. Sbagliato anche saltare la colazione che offre le energie necessarie per cominciare la giornata con il piede giusto.

2. La frutta fa bene: senza dubbio la frutta è un ottimo alimento che non può mancare nella dieta, ma attenzione a non esagerare. Molti frutti infatti contengono un alto livello di zuccheri che aumenta la quantità di grassi assunti. Meglio scegliere di consumarla lontano dai pasti e non superare i tre frutti al giorno.

3. La pasta fa ingrassare: nel pensiero comune la pasta è uno degli alimenti che fanno più ingrassare. In realtà invece, i carboidrati sono necessari per fornire le energie al nostro organismo. La regola è semplicemente non esagerare ed evitare i condimenti troppo pesanti: si può consumare infatti circa 70g di pasta condita con un semplice cucchiaino di olio extra vergine o dei pomodorini.

4. I cibi light fanno dimagrire: non basta la scritta light per assicurasi che un alimento sia realmente dietetico. Spesso infatti, dietro un cibo ritenuto light o dietetico si nasconde un falso amico che in realtà fa ingrassare. È il caso di noci, frutta secca e agave.

5. Mangiare poco fa dimagrire: non è vero che le porzioni piccole e il taglio di calorie ti fanno dimagrire. Le porzioni troppo piccole infatti non fanno altro che rallentare il metabolismo e rendere meno forte e sano il nostro organismo. Meglio quindi dedicarsi a un regime alimentare sano e vario, seguendo le corrette porzioni consigliate dal nutrizionista.