Quale persona non sogna di avere una vita lunga e libera da ogni tipo di malattia? E' risaputo che, per evitare di mettere in pericolo la propria salute, sarebbe bene seguire uno stile di vita sano, ma in pochi avrebbero mai creduto che una dieta "mima digiuno" sarebbe stata capace di far raggiungere risultati incredibili. E' proprio quanto spiegato in un servizio andato in onda ieri a "Le Iene Show". Nadia Toffa ha infatti intervistato Emma Morano, la donna che con i suoi 116 anni è la più vecchia al mondo. Come ha fatto? Avrebbe seguito un regime alimentare vario e rigoroso e, così facendo, avrebbe prevenuto l'insorgere di alcune malattie e avrebbe favorito la perdita di peso.

Dieta mima digiuno: la ricerca che dimostra la sua efficacia.

Il ricercatore Valter Longo della University of Southern California, responsabile del programma di ricerca “Oncologia & Longevità” all’IFOM, ha dunque voluto capire cosa ci fosse alla base della longevità di alcune persone e, dopo anni e anni di studi sui Laron, una popolazione ecuadoregna affetta da nanismo dove non esistono tumori o diabete, è riuscito a mettere a punto una dieta per tutti quelli che non hanno la possibilità di mangiare sano a ogni pasto. Secondo lui, dopo aver considerato lo stato di salute generale del soggetto e la sua circonferenza addominale, ogni 3 o 6 mesi, si dovrebbe simulare il digiuno per 5 giorni. Gli effetti sarebbero moltissimi: un'alimentazione simile sarebbe capace di proteggere, ringiovanire e sostituire le cellule danneggiate. La cosa varrebbe anche per i malati di sclerosi multipla, il cui sistema immunitario non riconosce le cellule del corpo, finendo per attaccarle. Il ricercatore avrebbe dunque dimostrato che il segreto per rimanere in vita a lungo sarebbe proprio seguire un regime alimentare che mima il digiuno.

I benefici della dieta mima digiuno.

Naturalmente, la dieta mima digiuno varia a seconda delle condizioni fisiche della persona e, di conseguenza, solo il medico può stabilire con precisione quali sono i cibi che possono essere mangiati. Secondo Valter Longo, nella maggior parte dei casi viene consigliato il consumo di zuppe, verdure, liquidi privi di zuccheri, frutta secca, carboidrati semplici e grassi naturali. Così facendo, non solo si ridurrebbe l'assunzione di calorie ma anche il rischi di cancro, l'invecchiamento precoce del sistema immunitario, l'insorgere frequente delle infiammazioni e la rapida perdita di densità minerale a carico delle ossa. Un regime alimentare mima digiuno, secondo i ricercatori della University of Southern California, sarebbe capace dunque a evitare l'insorgere di diabete e di malattie cardiovascolari. Come se non bastasse, aiuterebbe anche le persone in sovrappeso a perdere i chili di troppo.