Preparare il detersivo per la lavatrice naturale e fai da te non è difficile, in più è una scelta economica ed ecologica. Un detersivo ecologico fatto in casa è privo di sostanze inerti, quelle cioè altamente reattive, ciò ci permette di non stare a contatto con sostanze chimiche e potenzialmente irritanti per la pelle, in quanto vanno a depositarsi sui capi, ma anche di utilizzare meno prodotto avendo gli stessi risultati di un normale detersivo. Inoltre abbiamo così la possibilità di riciclare i flaconi per molto tempo senza fare inutili sprechi permettendoci di abbassare i livelli di inquinamento con un piccolo gesto. Vediamo come realizzare un detersivo liquido e naturale utilizzando sostanze non nocive per l'ambiente, e come mettere in atto comportamenti ecosostenibili per dare il nostro contributo realizzando prodotti interamente fatti a casa.

Come fare il detersivo per lavatrice in casa.

Pere preparare un detersivo naturale fai da te, è necessario avere come base un sapone vegetale in scaglie (ad esempio il sapone di Marsiglia). Nel caso di macchie ostinate il consiglio è quello di pretrattare il capo con il sapone, lasciando agire alcune ore prima di lavarlo. Se i capi sono molto sporchi, aggiungete al cestello della lavatrice del percarbonato di sodio, meno nocivo della candeggina e che vi aiuterà a sbiancare e disinfettare il bucato.

Sapone liquido di Marsiglia.

Questa è la ricetta più semplice da seguire per creare un ottimo detersivo per lavatrice fatto in casa.

2,5 litri di acqua

250 gr. di sapone di Marsiglia in scaglie

Basterà portare ad ebollizione 2,5 lt di acqua, ai quali si dovranno aggiungere 250 gr di sapone di Marsiglia grattugiato. Si dovrà poi abbassare la fiamma, di modo che il sapone si sciolga totalmente. Infine, bisognerà mescolare e lasciare raffreddare il tutto.Utilizzate un tappo intero per il pieno carico e dimezzate le dosi per il mezzo carico.

Detersivo liquido alla soda.

7 litri di acqua

400 gr di soda per bucato

400 gr di sapone vegetale grattugiato

Per realizzare invece un detersivo alla soda saranno necessari 7 litri d’acqua, 400 grammi di soda per bucato e 400 grammi di sapone vegetale grattugiato. Anche qui si seguirà lo stesso procedimento di prima: il sapone dovrà essere sciolto nell’acqua bollente. Una volta terminato, bisognerà aggiungere la soda per bucato. Dopo che si sarà raffreddato tutto, si potranno utilizzare delle vecchie bottiglie di plastica per conservare il detersivo “casalingo”.

Detersivo liquido al bicarbonato e lavanda.

5 litri di acqua

200 gr di sapone vegetale in scaglie

100 gr di bicarbonato di sodio

25 gocce di olio essenziale di lavanda

Bisognerà portare ad ebollizione l’acqua, aggiungere le scaglie di sapone e il bicarbonato. Solo dopo che si sarà raffreddato, si potrà aggiungere l’olio alla lavanda da mescolare con un cucchiaio di legno, che darà un odore fresco e primaverile. Sarà l’ideale per lavare asciugamani, biancheria in cotone e delicati.

Come fare l'ammorbidente fai da te.

1/2 litro di acqua demineralizzata

50 gr di acido citrico

Versate l'acqua demineralizzata in una bottiglia da 1/2 litro e aggiungete l'acido citrico. Chiudete la bottiglia e agitate bene fino a che l'acido citrico non sarà completamente sciolto. Ricordatevi di agitare ogni volta prima dell'uso. L'acido citrico elimina i residui di calcio che induriscono i nostri capi, per questo è un ottimo ingrediente per realizzare un ammorbidente fai da te. Utilizzate 50 ml di questo ammorbidente per un lavaggio a pieno carico.

Come utilizzare il detersivo per lavatrice fatto in casa?

Innanzitutto tenete presente che, il detersivo per il bucato fatto in casa, potrebbe presentarsi come una poltiglia densa (soprattutto se realizzato con il bicarbonato) quindi, quando lo utilizzate, o lo spingete dolcemente nella vaschetta per essere sicure che scenda nel cestello oppure potete riempire un bicchiere con il detersivo e aggiungere un po' di acqua tiepida prima di versarlo nella vaschetta, o metterlo direttamente nell'oblò.

Come scegliere il programma giusto per il lavaggio in lavatrice.

Non tutti i capi sono uguali, ci sono quelli delicati, di cotone, di lana, di seta e, ogni tipo di materiale ha bisogno di una diversa temperatura per essere lavato al meglio senza il rischio di rovinarsi.

30°: è il programma adatto a capi di lana, seta e a quelli delicati

40°: ideale per i capi sintetici e quelli colorati

60°: è una temperatura più alta che può essere utilizzata per i capi bianchi in cotone ma anche per asciugamani, lenzuola, camicie di cotone sia bianche che colorate.

È consigliabile non riempire mai troppo la lavatrice per dare lo spazio ai capi di muoversi e, nel caso siano pochi, utilizzate il programma per il mezzo carico. In merito alla centrifuga, scegliete quella da 1000 giri così da eliminare tutta l'acqua in eccesso. Ricordate di mantenere la lavatrice in buono stato con una manutenzione costante: pulite il filtro aprendo l'apposito sportellino, mettendo sotto un recipiente per raccogliere l'acqua. Estraete il filtro, lavatelo con l'acqua corrente e togliete eventuali residui con una spazzola.

Detersivo  fai da te per lavare i piatti a mano o in lavastoviglie.

Vediamo come realizzare un detersivo naturale e fai da te per lavare i piatti a mano o da utilizzare per il lavaggio in lavastoviglie.

3 limoni grandi

100 ml di aceto bianco

400 ml di acqua

200 gr di sale fino

Tagliate i limoni in 5 fette togliete i semi e premeteli. Fate poi frullare il tutto con il sale e un po' d'acqua. Il risultato dovrà essere omogeneo e senza grumi. Aggiungete poi l'aceto e il resto dell'acqua, mettete in una pentola e fate bollire per 15/20 minuti mescolando spesso. La consistenza dovrà essere vellutata. Se risulta densa passatela nel mixer. Riempite un vasetto di vetro pulito con il liquido caldo per creare un effetto sottovuoto. Se lo usate per la lavastoviglie il dosaggio sarà di 2 cucchiaini mentre, per il lavaggio a mano ne basta 1 cucchiaino.

Brillantante per lavastoviglie fai da te.

Potete realizzare un efficace brillantante per la lavastoviglie con l'acido citrico. Se acquistate l'anidro puro, dovete sciogliere in 1 litro di acqua 150 gr di polvere mentre, per quello monoidrato, scioglietene 220 gr. Se la vostra acqua contiene molto calcare utilizzate quella distillata.