Gli Oscar sono una delle serate più esclusive dell’anno nel mondo del cinema ed ogni star tenta di sfoggiare il suo look più elegante e raffinato. In occasione del Vanity Fair Oscar Party, Jessica Chastain ha fatto una scelta “insolita”. Ha infatti indossato un abito chiaro molto scollato in poliestere, con paillettes e perline, che farà parte della collezione H&M Conscious Exclusive 2015, nei negozi a partire dal 16 aprile. Il vestitino ha un valore di 199 euro ed è la dimostrazione che anche la moda low-cost non ha niente da invidiare ai capi costosissimi dei grandi stilisti.

Jessica Chastain non è la prima ad aver optato per un abito economico per delle occasioni importanti, prima di lei c’era stata Kate Middleton. La duchessa di Cambridge ha dimostrato di non essere una principessa convenzionale quando si è presentata alla Royal Albert Hall di Londra con un vestito di Zara da circa 60 euro. Sempre della stessa marca era l’abito azzurro indossato il giorno dopo le nozze con il principe William. Keira Knightley ha addirittura riciclato il suo abito di nozze Rodarte in tre occasioni diverse, aggiungendo ogni volta un dettaglio differente, come ad esempio un maglia trasparente a maniche lunghe decorata.

Ancora, anche Michelle Obama non disdegna la moda low-cost, ha infatti scelto un vestito a quadretti Asos in occasione del Joining Forces Cookout per la Guardia Nazionale e lo stesso abitino è stato acquistato ed indossato anche da Cristina Parodi. Insomma, sfoggiare il classico “abito buono” nelle occasioni mondane sembrerebbe essere diventata un’abitudine provinciale. Per di più, in un periodo di crisi come questo, spendere milioni pur di avere un vestito diverso in ogni serata di gala viene considerato ormai un’inutile spreco.