12:49

Correre allunga la vita

Uno studio condotto da un'Università Danese su un campione di 2000 persone non lascia più spazio a dubbi: dai 5 ai 6 anni di aspettativa di vita in più correndo tre volte a settimana. Una corsetta e la vita si allunga.

Correre allunga la vita.

La corsa è un vero toccasana per tutti quelli che amano tenersi in forma ed allo stesso tempo godersi la possibilità di un allenamento sano all’aria aperta. Ebbene i benefici della corsa sono più che noti, lo sport per eccellenza fa perdere peso ed aiuta a combattere lo stress dovuto a una quotidianità sedentaria e perlopiù trascorsa in luoghi al chiuso. Non c’è nulla di meglio che abbandonare la propria scrivania per dedicarsi, anche sono mezz’ora, al jogging al parco o vicino al mare. La corsa ha effetti benefici sulla muscolatura, sulle articolazioni, insomma fa star bene in salute, ma grazie a uno studio del Bispebjerg University Hospital di Copenhagen oggi sappiamo che correre allunga la vita.

Ebbene praticando due ore a settimana di corsa moderata e costante, distribuite in tre volte, abbiamo in media un’aspettativa di vita di sei anni in più. La durata della vita si allunga, è il risultato di test effettuati su 2000 persone dall’Università Danese parlano chiaro sull’aumento della speranza di vita: la mortalità è ridotta del 44% per le persone che praticano costantemente questo sport. Una notizia che aumenterà la voglia di varcare l’uscio di casa e non trovare più scuse per una salubre corsetta. Ma quali sono gli elementi che fruttano un dato così significativo?

La spiegazione è tutta nella regolarizzazione dell’attività cardiaca – non lasciatevi impressionare dalle apparenti “palpitazioni” delle prime volte, una volta abituato l’organismo le aritmie saranno un ricordo lontano – e riduce la sensibilità all’insulina. Buone notizie per le donne che amano tenersi in forma con la corsa; secondo i dati la loro aspettativa di vita aumenterà in media di circa 5,6 anni. Ma il Dottor Peter Schnohr che ha condotto la ricerca sottolinea: “La mortalità è più bassa in chi fa un’attività moderata rispetto a chi non ne fa affatto o chi invece ne fa troppa. Il ritmo ideale è quello che fa sentire leggermente senza fiato, ma non troppo. Quelli che ricevono il migliore beneficio dallo sport si allenano da un’ora a due ore e mezza di esercizio a settimana, divise in tre volte.”

commenta
STORIE INTERESSANTI
STORIE DEL GIORNO
FANPAGE D'AUTORE
ALTRE STORIE