Per molte donne lo shampoo secco è un prodotto da utilizzare solo in casi estremi, si tratta invece di un rimedio molto utile per chi ha i capelli grassi e non solo. Negli ultimi anni è infatti diventato una valida alternativa allo shampoo normale: fa apparire i capelli puliti in pochi minuti donando volume alla chioma che, da subito, risulta più vaporosa. Un prodotto che non può mancare nella borsa e nel beauty per essere perfette in ogni occasione.

Lo shampoo secco era un prodotto molto utilizzato negli anni Settanta, le formulazioni erano però abbastanza aggressive e tendevano a seccare i capelli. Oggi questo prodotto è stato rivisitato da tutti i più famosi brand di cosmetica, che utilizzano nelle loro composizioni principalmente sostanze di origine naturale che rispettano i capelli. Lo shampoo secco è infatti diventato per molte donne un prodotto irrinunciabile nella routine di bellezza: assorbe il sebo dal cuoio capelluto in pochi minuti senza seccarlo, una valida alternativa quando per mancanza di tempo o per pigrizia non riusciamo a fare lo shampoo con l'acqua. Si tratta di un prodotto molto valido, soprattutto se utilizzato nel modo giusto. Scopriamo allora come usare lo shampoo secco e i segreti per avere capelli perfetti come appena lavati in pochissimo tempo.

Lo shampoo secco può sostituire lo shampoo classico?

Lo shampoo secco si differenzia da quello classico perché viene utilizzato senza l'aggiunta di acqua: si applica sui capelli sporchi lasciandoli voluminosi e "puliti" per circa 12 ore. Di solito si trova in vendita sotto forma di bomboletta spray o in polvere, ma è possibile preparare uno shampoo secco naturale fai da te anche a casa con prodotti semplici ad economici presi dalla dispensa. Questo tipo di prodotto risulta molto efficace, a patto che non si abbiano i capelli troppo sporchi, ed è una buona soluzione per chi ha i capelli grassi o non può lavarli tutti i giorni. In ogni caso lo shampoo secco non può sostituire lo shampoo con acqua in quanto non agisce sulla cute ma solo sul capello, il suo uso deve essere quindi occasionale. Chi ha solo le radici grasse può utilizzarlo in modo localizzato, alternandolo sempre allo shampoo classico per sgrassare la cute.

Quando utilizzarlo?

Ci sono delle particolari situazioni in cui lo shampoo secco è consigliato, un prodotto jolly da applicare quando manca l'acqua o per rinfrescare la piega, in tutte quelle situazioni in cui risulta complicato lavarsi i capelli: in viaggio, dopo la palestra, per donare volume, quando non si ha tempo per lo styling, ma anche per liberare i capelli dai residui di lacca o gel con una spruzzata e un colpo di spazzola.

Come usare lo shampoo secco e i trucchi da conoscere.

Come abbiamo visto lo shampoo secco può essere un rimedio valido soprattutto quando non si ha tempo per lo shampoo classico oppure ci troviamo in situazioni in cui è impossibile lavare i capelli con l'acqua. Lo shampoo secco va applicato solo sui capelli asciutti in quanto sulla chioma bagnata formerebbe dei grumi: questo prodotto è stato creato infatti per assorbire il sebo e non l'acqua. Ma, come utilizzarlo? E quali sono i trucchi per un risultato perfetto?

Come si applica.

Per utilizzare al meglio lo shampoo secco ci sono dei semplici passaggi da seguire. Ecco quali

  • Pettinate i capelli eliminando tutti i nodi;
  • se utilizzate lo shampoo secco in spray, agitate la bomboletta, spruzzatelo ad una distanza di circa 15 cm dalla testa e vaporizzate in modo uniforme. Se utilizzate quello in polvere o quello fatto in casa spolverizzatelo sulla parte superiore della testa, soprattutto sulle zone che tendono ad ingrassarsi di più, ad esempio la riga o la frangia, e distribuite in modo uniforme con le dita;
  • lasciate agire lo shampoo secco per almeno 5 minuti (se sono particolarmente unti anche 10 minuti) e poi rimuovetelo con un pettine. Mettetevi poi a testa in giù e spazzolate per rimuovere tutti i residui di polvere che potrebbero donare un effetto opaco alla chioma.

La procedura è davvero semplice anche se l'utilizzo dello shampoo secco risulta poco adatto a chi ha i capelli ricci, in quanto sono problematici da pettinare, meglio allora utilizzarlo su capelli lisci o quando si ha la piega o la coda di cavallo: il risultato sarà sicuramente migliore. Il consiglio è comunque quello di usare lo shampoo secco in casi di emergenza e non più di 2 volte a settimana, intervallandolo con lo shampoo tradizionale.

I trucchi da conoscere.

Oltre ad utilizzarlo nel modo giusto ci sono dei piccoli segreti da conoscere per adoperare al meglio lo shampoo secco.

Applicatelo la sera piuttosto che al mattino: applicate lo shampoo secco la sera, prima di andare a letto: i capelli infatti producono sebo durante la notte, in questo modo darete il tempo allo shampoo di assorbirlo svegliandovi al mattino con i capelli freschi.

Aggiungete olio essenziale per profumare la chioma: se volete donare un gradevole profumo ai capelli, versate un paio di gocce di olio essenziale a vostra scelta sulla parte centrale e sulle punte dei capelli dopo aver utilizzato lo shampoo secco. Tra gli oli essenziali consigliati ci sono quello di limone, di menta piperita, di lavanda o di rosa.

Per donare volume: anche se non avete i capelli grassi o unti, potete utilizzare lo shampoo secco per donare volume alla capigliatura: spruzzatene un po' sulle radici, mettetevi a testa in giù e pettinate con le dita.

Per tenere a posto le forcine: le forcine sono molto utili per sistemare i capelli, spesso però è difficile tenerle a posto, soprattutto se avete appena lavato i capelli. Spruzzate un po' di shampoo secco su un asciugamani e passatelo sulle forcine: quando le metterete nei capelli non scivoleranno più via.

Per creare ricci perfetti: abbiamo detto che lo shampoo secco è poco adatto sui capelli ricci, può essere però utilizzato per ravvivarli. Dopo averli arricciati spruzzatene un po' su tutti i riccioli e lasciate agire tutta la notte: l'amido contenuto nel prodotto impedirà al sebo prodotto dai capelli di rovinare i ricci.