Con l'avvicinarsi dell'estate si comincia a pensare ai costumi da indossare in spiaggia: c'è chi ama mettere in mostra le proprie curve e chi teme di mostrare i piccoli o grandi difetti del proprio fisico. Come scegliere allora un costume da bagno che ci valorizzi e non ci procuri imbarazzo? In questo caso è importante conoscere la forma del proprio corpo per fare la scelta giusta che metta in evidenza i nostri punti forti mascherando i difettucci che possono farci sentire a disagio. Scopriamo allora come scegliere un costume da bagno con i consigli adatti alle diverse morfologie così da evitare inutili imbarazzi e sentirsi belle e sicure anche in spiaggia.

Come scegliere il costume da bagno in base alla morfologia del corpo.

La scelta del costume da bagno dipende quindi dalla forma del nostro fisico: morfologia a mela, a pera, ad H, a triangolo rovesciato oppure a forma di 8. Scopriamo qual è la nostra così da scegliere taglia e stile del costume in base alle nostre proporzioni.

Morfologia H o a rettangolo: due opzioni se siete magre o curvy.

Partiamo da chi ha il fisico cosiddetto ad H o rettangolo con torace, fianchi e spalle della stessa circonferenza. Per camuffare l'assenza di punto vita potete puntare sulla valorizzazione del vostro punto forte e delle vostre curve. In questo caso possiamo valutare due opzioni per evitare l'effetto tronco d'albero

  • Siete magre con girovita un po' più stretto e fianchi della stessa larghezza delle spalle: questa conformazione fisica può mettere a disagio soprattutto al mare, quando abbiamo bisogno di sfoggiare tutta la nostra femminilità. Il costume adatto a voi è di certo un triangolo da legare dietro il collo, formando uno scollo a V abbinato a uno slip semplice o con laccetti, soprattutto nel caso abbiate le gambe magre. Grazie a questo semplice accorgimento infatti si riesce a riequilibrare le spalle e visivamente si riacquista armonia nelle proporzioni. Chi preferisce il costume intero dovrà optare per quelli con disegni geometrici che evidenziano il girovita evidenziando le forma. Sì anche a monokini e trikini.
  • Siete curvy e avete il girovita largo: in questo caso il trucco è attirare l'attenzione sul decolletè, scegliendo magari un costume intero che nasconde la pancia, meglio optare per un colore poco sgargiante o con fantasie geometriche e con il balconcino: sceglieteli inoltre con volants, fiocchi e decori. Se preferite il bikini non scegliete gli shorts e nemmeno gli slip sgambati, no anche ai reggiseni a fascia e alle scollature quadrate.

Triangolo capovolto: spalle larghe e fianchi stretti.

Se avete i fianchi stretti e le spalle larghe allora la forma del vostro corpo è a triangolo capovolto, o morfologia maschile. In questo caso dovete rendere il più femminile possibile il vostro corpo scegliendo due pezzi con slip a vita alta per allungare le gambe, inoltre aumenterà visivamente il volume delle cosce nascondendo la pancetta. Per la parte superiore scegliete il balconcino se avete il seno piccolo o un costume intero con scollo a V: da evitare invece il costume intero olimpionico ma anche gli slip a vita bassa che evidenziano le spalle larghe.

Morfologia a mela: punto vita più largo di fianchi e busto.

Per le più burrose che vogliono nascondere i chiletti di troppo e soprattutto le cosiddette "maniglie dell'amore" sono perfetti i costumi interi con fantasie a righe scegliendo magari una scollatura a cuore per enfatizzare il decolletè. Se però vorreste un'abbronzatura più diffusa e dunque preferireste optare per un due pezzi, allora meglio puntare su un reggiseno incrociato o a balconcino che sostenga il seno e uno slip fasciante, magari a vita alta. Out invece slip sgambati e reggiseni a fascia, che rischierebbero di farvi sentire goffe e ancora più rotonde.

Morfologia a pera: fianchi larghi e spalle strette.

Per chi invece ha la tipica conformazione a pera o ad anfora, ovvero fianchi larghi e spalle strette, sono banditi gli slip a vita alta e i costumi interi che mettono in evidenza il girovita accorciando le gambe: tenderebbero solo a farvi sembrare tozze e poco slanciate. Meglio optare per un bikini con slip a vita bassa e laccetti e giocare con un modello di reggiseno che doni qualche taglia in più, meglio se a balconcino, così da armonizzare la silhouette.

Morfologia a 8 o a clessidra: fisico proporzionato e femminile.

E veniamo alle più fortunate quelle cioè che in spiaggia possono permettersi di sfoggiare un fisico ben proporzionato, la classica forma a 8 con spalle e fianchi della stessa larghezza e una bella vita stretta. Per voi la scelta è dettata più che altro dal gusto, anche se sono da evitare i bikini con reggiseno e slip di colori diversi, che renderebbero la figura poco proporzionata. Anche per chi ha la morfologia a 8 valgono naturalmente i trucchi che abbiamo elencato sopra

  • niente laccetti sullo slip se si hanno le maniglie dell'amore;
  • niente reggiseno a fascia se il decollettè è abbondante;
  • sì ai costumi interi se si vogliono nascondere piccole rotondità, ma meglio evitare se si ha il seno piccolo per non appiattire le forme. In ogni caso puntate su modelli anni 50 che enfatizzano le forme.

Per chi ama il bikini il consiglio è quello di scegliere lo slip a vita bassa con i laccetti, per evidenziare il vitino da vespa, e il reggiseno push up per esaltare la forma del seno donando sinuosità e armonia al vostro corpo.