Viviamo ormai nell’epoca digitale e anche i Cd sono diventati obsoleti. Abbiamo già visto come è possibile dargli una nuova vita con il riciclo creativo, ma in pochi avrebbero pensato di utilizzare in modo “alternativo” anche le loro custodie. Sono realizzate con materiale plastico e, se gettate nell’immondizia, possono inquinare moltissimo l’ambiente. E’ per questo che l’ideale è riciclarle, realizzando oggetti unici e fantasiosi, capaci di rendere l’arredamento di casa davvero meraviglioso. Ecco come fare.

1. Cornici – Le custodie dei cd possono essere utilizzate per realizzare delle originali cornici per appendere al muro le proprie fotografie preferite. Per realizzarle, è necessario tagliare la foto in modo tale che entri all’interno della custodia, utilizzare della carta da fondo nel caso in cui si voglia creare anche un bordino fantasioso e infine unire più cornici con del filo da pesca. In questo modo, la propria camera diventerà davvero unica.

2. Lampada – Chi vuole rendere la propria camera davvero unica può realizzare un lampadario riciclando le custodie dei vecchi cd. Il procedimento richiede attenzione e precisione, visto che bisogna incollarle tutte in modo da creare una superficie circolare, ma il risultato sarà decisamente alternativo e anticonformista.

3. Contenitori – Le cose più facili da realizzare con le custodie dei cd sono dei contenitori. Basta assemblarli tra di loro con un po’ di colla per crearli e per poi utilizzarli nei modi più svariati: come portagioie, portapenne o vasi.

4. Serra – Con le custodie dei vecchi Cd è possibile realizzare delle piccole serre in cui far crescere le proprie piante in modo sano. Ne occorrono 5, devono essere fissate direttamente al terreno e riescono a proteggere le piante dalle intemperie.

5. Calendario da tavola – Per realizzare un calendario da tavola dalla custodia di un vecchio cd, è necessario smontarla ed eliminare la parte di plastica dove si inserisce il cd. A questo punto, bisogna rimontare il coperchio al contrario, creando con quest’ultimo un piano d’appoggio. Man mano che si va avanti con i mesi, si dovrà inserire un nuovo foglio con il conto dei giorni e il gioco è fatto.