La pulizia delle piastrelle del bagno deve essere fatta regolarmente e con cura, altrimenti lo sporco si accumula e anche il calcare diventa più difficile da eliminare. Potrebbe poi formarsi della muffa tra le fughe delle piastrelle, soprattutto nella zona della doccia. Ci sono diversi metodi, semplici e naturali, per pulire le piastrelle del bagno in modo facile e veloce per averle sempre pulite e splendenti. Vediamo come lavarle!

Come lavare fughe e piastrelle del bagno.

Oltre alle piastrelle è importante pulire bene anche le fughe, che diventano scure perché si accumula polvere e sporco e perché assorbono residui di schiuma e sapone. Per sbiancare le fughe delle piastrelle, mettete del bicarbonato su un vecchio spazzolino da denti con un po' di acqua ossigenata, strofinate bene e lasciate agire. Rimuovete il tutto con acqua pulita prima di passare alla pulizia delle piastrelle. Per il pavimento versate 1 cucchiaio di sapone di Marsiglia liquido ogni 2 litri di acqua, 1/2 tazza di bicarbonato, 1/2 di aceto bianco e 20 gocce di olio essenziale (della fragranza che più vi piace). Il bicarbonato e l'aceto vi aiuteranno a sbiancare e sgrassare anche le piastrelle opache torneranno a brillare. Per lavare le piastrelle a muro del bagno e eliminare il calcare, utilizzate una soluzione di aceto e acqua miscelando, in uno spruzzatore, il 30% di aceto e il 70% di acqua. Lasciate agire per circa 30 minuti e asciugate con panno morbido. Le piastrelle saranno pulite, senza aloni e calcare. Per le macchie più resistenti utilizzate l'aceto puro.

Come pulire le piastrelle della doccia e eliminare la muffa.

Le piastrelle della doccia devono essere pulite con cura soprattutto perché, data l'umidità che si crea durante la doccia, si può formare della muffa. La prima cosa da fare è asciugare sempre le piastrelle e aprire le finestre per far uscire tutta l'umidità. Per la pulizia utilizziamo anche qui un composto di aceto e acqua che servirà anche a eliminare il calcare, oltre a igienizzare e far splendere le piastrelle. Per eliminare la muffa potete utilizzare l'acqua ossigenata a 30/40 volumi da applicare sulle piastrelle o nelle fughe, in questo caso con un vecchio spazzolino da denti, e lasciate agire per qualche ora. Potete aggiungere anche un po' di bicarbonato, nel caso ci fossero ancora residui di muffa.

E per le macchie di silicone?

Il silicone è un ottimo sigillante che viene utilizzato soprattutto in bagno come isolante e impermeabilizzante, anche per le cabine doccia. Il silicone può però lasciare dei residui sui nostri pavimenti e le nostre piastrelle. Per eliminarlo, togliete prima quello in eccesso con un taglierino, poi passate l'alcool denaturato su tutta la superficie. Un altro rimedio è passare l'olio di gomito con una spugnetta abrasiva. Nel caso le macchie di silicone non andassero via, perché troppo "dure", affidatevi a prodotti professionali specifici.

Come pulire le piastrelle del bagno se sono nuove.

Appena messe, le piastrelle del bagno, possono risultare un po' opache e, per renderle subito lucide e igienizzarle lavatele con acqua calda e aceto che servirà a sgrassare il pavimento in modo naturale e senza agenti chimici che potrebbero rovinare le nostre piastrelle nuove. Dopo potete passare anche alla pulizia vapore per far splendere le piastrelle e igienizzarle. Dopo passate una spugna e poi un panno morbido per asciugare.