Le persiane si sporcano molto facilmente perché soggette ad agenti atmosferici, smog e polvere che le rendono opache e impolverate. I tre materiali più utilizzati per le persiane sono l'alluminio, il pvc e il legno. I primi due hanno bisogno di una pulizia simile e comunque più leggera perché tendono, col tempo e a contatto con le intemperie, a rovinarsi di meno rispetto al legno che ha bisogna di qualche cura in più. È sufficiente una pulizia profonda una o due volte all'anno. Vediamo, allora, come pulire velocemente e bene persiane e tapparelle con prodotti non aggressivi per non rovinare legno e superfici in alluminio o pvc.

Come pulire le persiane in alluminio.

La prima cosa da fare è togliere la polvere, e questo vale per tutte le tipologie di persiane perché, mettere direttamente l'acqua sulla polvere, sporcherebbe le persiane in alluminio anotizzato, rendendo più difficile la pulizia. Eliminate la polvere sia all'interno che all'esterno delle persiane con un panno morbido o con una scopa o un attrezzo cattura polvere per rendere più veloce l'operazione. Per la pulizia potete scegliere il vapore, utilizzando vaporetto o folletto, per pulire a fondo e raggiungere anche gli angoli più nascosti, per poi pulire con un panno di cotone o una spugna. Oppure potete utilizzare una soluzione di acqua calda e aceto, con l'aggiunta di un po' di detersivo per piatti, da mettere in uno spruzzino. Passate bene tutta la superficie, interna e esterna e asciugate bene dopo aver lasciato agire. In alternativa potete utilizzare  il bicarbonato sciolto in acqua, ottimo contro macchie e residui di grasso. Per macchie più resistenti potete creare una pasta con due parti di bicarbonato e una di acqua e metterla direttamente sulla macchia, lasciandola un po' prima di pulire.

Come pulire le persiane in alluminio verniciate.

Per le persiane in alluminio verniciato utilizziamo lo stesso procedimento di quelle in alluminio anotizzato ma per la pulizia preferiamo il sapone di Marsiglia sciolto in acqua, più adatto alle superfici verniciate. Permette di eliminare sporco e aloni senza intaccare la vernice, facendo tornare le persiane lucide e splendenti. Potete utilizzare uno spruzzino per rendere la pulizia più veloce. Dopo aver passato la miscela di acqua e sapone di Marsiglia, lasciate agire e poi risciacquate, asciugando con un panno di cotone pulito e asciutto.

Come pulire le persiane in Pvc.

Le persiane in Pvc sono particolarmente resistenti. Per la pulizia, dopo aver spolverato bene la parte interna e esterna, utilizzate acqua calda e sapone neutro, oppure miscelate, in uno ,spruzzino, 1/3 di prodotto sgrassante e acqua, così da ottenere un prodotto non aggressivo, lasciate agire qualche minuto e poi sciacquate e passate un panno per asciugare. Se le lamelle delle persiane sono regolabili, il lavoro sarà ancora più semplice.

Come pulire le persiane in legno.

Per la pulizia delle persiane in legno ci vuole un po' di cura e manutenzione in più, perché sono più delicate. Anche in questo caso la prima cosa da fare è spolverare bene sia l'interno che l'esterno della persiana. Riempite una bacinella con acqua calda e versate un po' di detersivo per i piatti che servirà anche a sgrassare. Non utilizzate panne o spugne ruvide e non bagnatele in modo eccessivo. Una volta asciutte, applicate dell'olio con un pennello, va bene anche l'olio di oliva, in modo accurato e omogeneo e fate asciugare.

Come pulire le tapparelle velocemente.

Anche per la pulizia delle tapparelle eliminate prima la polvere in eccesso, meglio se con una scopa. Per il lavaggio,  utilizzate un prodotto sgrassante unito all'acqua tiepida se avete tapparelle in plastica mentre, se sono in legno, utilizzate una soluzione di acqua e ammoniaca. Dopo aver pulito lubrificate le scanalature dove scorrono le tapparelle, utilizzando dell'olio di oliva da applicare con un pennellino. Pulite le cinghie con un panno in microfibra. La pulizia esterna non è un problema se c'è un balcone, altrimenti, per pulire le tapparelle anche dall'esterno, bisogna aprire il cassonetto che la contiene e, dopo aver abbassato la tapparella per interno, bisogna pulire prima il rullo superiore e poi avvolgerla e lavare man mano le singole stecche.