12:39

Come pulire i tappeti di casa: consigli per non rovinarli coi lavaggi

Per pulire i tappeti di casa non ci vuole una magia, ma solo qualche dritta utile. Leggete qui!

Come pulire i tappeti di casa: consigli per non rovinarli coi lavaggi.

Non sia mai che, non sapendo come lavare qualcosa, preferiamo sostituirla e basta! Non si nasce con una conoscenza infinita e per le pulizie domestiche è lo stesso. Quindi armiamoci di pazienza e andiamo alla ricerca della soluzione che fa per noi. Nel nostro caso, abbiamo dei tappeti che, dopo un pò di tempo, hanno bisogno di un giro con acqua e sapone. Ma è possibile lavarli così? Non è che poi ci ritroviamo a stendere a terra uno straccetto che non somiglia affatto al nostro tappeto di partenza? Non ci allarmiamo, tutto è possibile e noi riusciremo a lavare anche il nostro tappeto più bello senza rovinarlo. Come? Leggete qui!

Sono perfetti per arredare e dopo che abbiamo capito come disporre i tappeti in casa ora dobbiamo prendercene cura per non lasciare che si rovinino e abbiano quell’aria sbiadita che poi si trasferirebbe anche all’ambiente in cui sono messi. Se abbiamo dei tappeti moderni, quindi di lana o di materiali simili, provvediamo a passare l’aspirapolvere da entrambi i lati: facciamo lo stesso sia coi tappeti di pelliccia che con quelli classici persiani – facendo attenzione a seguire la direzione del pelo – perchè la polvere contribuisce a rovinare le fibre. I tappetini con uno strato di gomma – tipo quelli per la cucina e per il bagno – vanno lavati con acqua e sapone e ogni tanto con acqua e succo di limone per evitare che diventino scivolosi. E’ comunque fondamentale che asciugino bene prima di rimetterli a terra. E se avete seguito le indicazioni su come creare un tappeto con vecchi asciugamani, vi renderete conto che non c’è niente di più facile da lavare: possiamo buttarlo anche in lavatrice e poi asciugarlo al sole in poco tempo.

Soprattutto se si tratta di un tappeto per la stanza dei bambini, probabilmente dovremmo combattere contro qualche macchia. Attacchiamo l’alone solo se si tratta di una sostanza comune, in altro caso rivolgiamoci a degli specialisti. Macchia di fango? Aspettate che asciughi e poi spazzolatela via nel senso del pelo, e dopo potete anche passarci sopra l’aspirapolvere e, se permane ancora un lieve alone, tamponiamo con acqua e saponaria. Se ci troviamo di fronte a macchie di caffè, vino, latte e cioccolata, possiamo cercare di rimuoverle con acqua tiepida mista a detergente e aceto. Le macchie di grasso, cera o inchiostro devono essere trattate solo con solventi specifici mentre per quelle più generiche una soluzione di ammoniaca e acqua tiepida sarà perfeta. Se il nostro tappeto è particolare e molto costoso, forse è meglio non rischiare di rovinarlo e rivolgendoci ad un centro specializzato lo preserveremo più a lungo possibile. Avete visto che una soluzione c’è sempre?

commenta
Come disporre i tappeti in casa
STORIE INTERESSANTI
STORIE DEL GIORNO
FANPAGE D'AUTORE
ALTRE STORIE