Lavare i capelli senza shampoo era già in voga negli anni '30, quando fu inventato il primo shampoo sintetico, divenendo una pratica consueta negli Stati Uniti negli anni '70 e '80. Ne nacque addirittura un movimento chiamato"No poo" i cui componenti non utilizzavano lo shampoo per lavare i capelli preferendo solo l'acqua o utilizzando i classici rimedi della nonna come quello di lavare i capelli con il bicarbonato. Lo scopo era evitare di abusare di shampoo che contenessero tensioattivi che, invece di pulire i capelli, non facevano altro che rovinarli eliminando, ad esempio, il sebo in modo eccessivo. In effetti esistono rimedi alternativi per lavare i capelli senza shampoo e alcuni sono davvero efficaci anche se occorre un po' di tempo per vedere i primi risultati (dalle 2 alle 4 settimane). Ma vediamo come preparare i capelli a essere lavati senza shampoo e quali sono i rimedi alternativi che possiamo realizzare a casa con semplici ingredienti.

Lavarsi i capelli senza shampoo: una soluzione che non fa male.

Lavare i capelli troppo spesso, e con shampoo non sempre adatti o ricchi di siliconi che tendono a seccarli, può rovinare la nostra chioma soprattutto se abbiamo i capelli ricci che possono diventare troppo crespi e poco gestibili, ma anche i capelli grassi che, se lavati con prodotti troppo aggressivi, stimolano il cuoio capelluto a produrre più sebo. Lavare i capelli senza shampoo non fa male alla nostra chioma, basta seguire delle semplici regole. Ecco quali sono i passaggi da fare e i metodi alternativi per lavare i capelli senza shampoo.

  1. Preparate i capelli: per cominciare dovete ripulirli da tutte quelle sostanza come cere, e siliconi utilizzando uno shampoo che contenga solfati. Se avete le doppie punte tagliate i capelli e cominciate poi a lavare i capelli senza shampoo non aspettandovi però risultati immediati. Potrà passare anche un mese prima di avere risultati visibili.
  2. Lavate i capelli con uno shampoo alternativo: in questa fase è necessario fare una distinzione tra chi ha i capelli ricci/mossi e non grassi e chi invece li ha lisci e che tendono a ingrassarsi.
  • Chi ha i capelli ricci (e non grassi) deve procedere utilizzando solo il balsamo (sistema chiamato anche Cowash) che metterete partendo dalla cute e massaggiando il cuoio capelluto per poi risciacquate abbondantemente. Da eseguire ogni 2 giorni.
  • Chi ha i capelli lisci e unti deve procedere in modo diverso perché il balsamo li ingrasserebbe ancora di più. In questo caso i sistemi alternativi sono: Il bicarbonato di sodio  che andrà sciolto in un bicchiere di acqua e miscelato fino a creare una cremina sostitutiva dello shampoo. Massaggiate il prodotto sulla radice evitando di applicarlo direttamente sulle punte: dopo il massaggio risciacquate con acqua e aceto di mele per avere capelli splendidi e perfettamente puliti. In caso di capelli non particolarmente grassi, si può aggiungere anche mezzo cucchiaino di gel di aloe vera per evitare che a lungo andare i capelli diventino secchi, soprattutto le punte. Succo di limone unito a polpa di cetriolo o mescolato al balsamo, miscelando i prodotti in uguale quantità. Pettinare i capelli e risciacquarli bene. Si può utilizzare anche la farina di ceci per ottenere un composto che servirà per lavare i capelli: in un bicchiere di acqua tiepida miscela un cucchiaio di farina di ceci e tre gocce di olio essenziale di lavanda. Una volta ottenuto un composto morbido e omogeneo utilizzalo come un normale shampoo risciacquando poi con cura.

3.Applicate un balsamo leggero stando attente a non metterne troppo per non ritrovarvi con capelli troppo morbidi e appesantiti. Pettinate con un pettine a denti larghi partendo dalle punte e poi pettinando tutta la chioma. Se avete le punte secche lasciate agire di più su questa zona. Dopo risciacquate e nell'ultima fase utilizzate acqua fredda che vi aiuterà a richiudere le cuticole e ad avere capelli più lucidi e lisci.

4. Evitate di usare cere o lacche che contengano siliconi perché con il tempo tenderanno a formare una     pellicola sui capelli facendoli seccare. Se avete i capelli ricci potete mettere una mousse sui capelli bagnati prima di asciugarli.

Posso lavare i capelli senza bagnarli?

Un metodo alternativo e naturale per lavare i capelli senza shampoo è quello di utilizzare la maizena che è un tipo di farina con la quale potrete creare il vostro shampoo a secco. Non ha particolari proprietà pulenti ma è utile quando abbiamo poco tempo e la necessità di migliorare lo stato dei nostri capelli. Applicate un cucchiaino di maizena sul cuoio capelluto, massaggiate e poi pettinate per togliere i residui. La maizena assorbirà il grasso così che i capelli saranno più leggeri e non unti. Ovviamente è un metodo da utilizzare ogni tanto perché, per quanto aiuti a liberare il cuoio capelluto dal grasso in eccesso, non riesce a pulirlo in modo corretto, non eliminando le impurità.