La cipolla (Allium cepa) è una pianta bulbosa che appartiene alla famiglia delle Liliaceae, così come i suoi "fratelli" aglio e porro. Hanno potenti antibatterici, quindi hanno soprattutto proprietà antisettiche e sono un antibiotico naturale.

È una pianta erbacea che cresce ogni due anni ma, se si avvia una coltivazione di cipolle, produce i suoi bulbi ogni anno. Il bulbo è proprio la parte commestibile che possiamo mangiare sia crudo che cotto. In Italia la cipolla si coltiva soprattutto in Emilia Romagna, Puglia, Campania e Sicilia. Il periodo migliore per la semina è l'autunno, possibilmente in terreni ricchi di fosforo e potassio e esposti al sole.

La raccolta può avvenire dopo circa quattro mesi. Ne esistono molte varietà, che di solito prendono il nome del luogo in cui crescono, e si differenziano per forma del bulbo, colore, soprattutto del rivestimento esterno detto "tunica", e sapore. Inoltre, un'altra differenza, viene fatta in base all'utilizzo: se viene consumata secca o fresca. Se la si vuole consumare fresca il periodo migliore per la raccolta è la primavera mentre, se la si vuole conservare, il periodo migliore è la fine dell'estate. La varietà più conosciuta è la cipolla rossa di Tropea, seguita poi da quelle di Suasa, Breme, Cannara, Barletta e Borretana. La rossa ha più sostanze aromatiche rispetto alla bianca, ma sono simili dal punto di vista nutrizionale.

Quali sono le proprietà benefiche e terapeutiche della cipolla?

La cipolla è un'ottima fonte di vitamine: al suo interno infatti contiene la vitamina C, B1, B6 e K, particolarmente ricche di fibra. Vediamo quali sono i suoi benefici sul nostro organismo.

  • Depura: la cipolla è ricca di vitamina C, importante anche per depurare l'organismo e per eliminare dalla circolazione metalli come piombo e mercurio.
  • Aiuta la diuresi: la cipolla stimola anche la diuresi, aiutando così ad eliminare l'acqua in eccesso presente nel nostro corpo.
  • Contrasta l'osteoporosi: studi clinici hanno dimostrato che la cipolla può aumentare la densità ossea aiutando le donne in menopausa che soffrono di osteoporosi, evitando così di rendere fragili le loro ossa.
  • Abbassa il colesterolo e combatte le infezioni: la cipolla inoltre è ricca i quercetina, una sostanza in grado di abbassare il colesterolo e di contrastare la bronchite.
  • Antibiotico e antibatterico naturale: la cipolla è utilizzata sin dai tempi antichi per le sue proprietà antibiotiche e anti batteriche: basterà sfregare qualche fetta di cipolla o estrarne il succo per disinfettare una zona ferita senza utilizzare prodotti chimici, ma è anche ottima per contrastare la cistite e le punture d'insetto.
  • Previene il cancro: mangiare cipolla può essere poi un vero e proprio toccasana per prevenire la comparsa del cancro: i flavonoidi, infatti, proteggono il corpo dai tumori, soprattutto quello al colon-retto. E grazie agli antiossidanti aiuta a prevenire anche i tumori del tratto gastrointestinale.
  • Aiuta il cuore: anche le malattie cardiache possono essere combattute attraverso la cipolla: la rutina, infatti, previene la formazione di coaguli di sangue che potrebbero causare ictus o ischemie.
  • Alleato di bellezza per pelle e capelli: lo zolfo contenuto all'interno della cipolla aiuta a prevenire e contrastare la caduta dei capelli. Basterà strofinare la cipolla sui capelli o fare un impacco con il succo direttamente sul cuoio capelluto. Miscelando la cipolla con la farina d'avena invece si ottiene una maschera fai da te utile per contrastare i brufoli e gli sfoghi di acne, mentre il succo di cipolla è un vero e proprio alleato per la pelle secca.
  • Proprietà afrodisiache: la cipolla è un importante afrodisiaco che aumenta la libido e rafforza la virilità dell'uomo. Provate a pelare una patata, a schiacciarla e a friggerla solo col burro e a mangiarla tutti i giorni con un cucchiaio di miele a stomaco vuoto.

Cipolla: toccasana per il raffreddore.

La cipolla inoltre può anche guarire il raffreddore: in questo caso è perfetta la tisana che potrete preparare tagliando a metà una cipolla non sbucciata, inserendola in una pentola con un litro di acqua fino a che arriva ad ebollizione. Lasciate riposare la tisana per un quarto d'ora, dopodiché aggiungete un cucchiaino di miele e, mentre bevete, inspirate i vapori ricchi di oli essenziali che libereranno il vostro naso.

Valori nutrizionali.

Cipolle – Quantità per 100 grammi – Calorie 40
Grassi 0,1 g
Acidi grassi saturi 0 g
Acidi grassi polinsaturi 0 g
Acidi grassi monoinsaturi 0 g
Colesterolo 0 mg
Sodio 4 mg
Potassio 146 mg
Carboidrati 9 g
Fibra alimentare 1,7 g
Zucchero 4,2 g
Proteina 1,1 g
Vitamina A 2 IU – Vitamina C 7,4 mg
Calcio 23 mg – Ferro 0,2 mg
Vitamina D 0 IU – Vitamina B6 0,1 mg
Vitamina B12 0 µg –  Magnesio 10 mg

La cipolla ha delle controindicazioni?

La cipolla di solito è sconsigliata se sofferenti di reflusso gastrico poiché va ad aumentare le secrezioni. Inoltre, cruda, è sconsigliata in caso di ulcera e gastrite.

Come consumarla e conservarla: usi in cucina e ricette.

La cipolla è un alimento che, di solito, viene incorporato nella preparazione di pietanze per insaporirle e aromatizzarle. Viene utilizzata con olio, carote e sedano per la realizzazione del "soffritto", una base che viene utilizzata per molte preparazioni. Ci sono però molte ricette che utilizzano la cipolla come elemento principale: cipolle in agrodolce, al forno, caramellate, gratinate, al cartoccio ma anche minestre e zuppe e la famosa frittata di cipolle. In merito alla conservazione, non vanno messe in frigo ma conservate a temperatura ambiente in un luogo fresco e asciutto, e possono durare circa 3 settimane. La cipolla non è un alimento poco digeribile ma, ciò che determina il "riproporsi" o l'alito cattivo è dovuto alla sua componente aromatica. Per evitare questi inconvenienti bisognerebbe eliminare il germoglio interno e tenerle in ammollo, già tagliate, nel latte.

Cipolle rosse in agrodolce.

Per preparare questa gustosa ricetta per 4 persone, sbucciate 400 gr. di cipolle rosse di Tropea, tagliatele a fettine non troppo sottili. Mettetele in padella con acqua e olio e fate cuocere per 5 minuti, aggiungete sale e pepe e un po' di menta. Fate rosolare per un altro minuto e aggiungete 1 cucchiaio di zucchero e 50 ml di aceto, facendo cuocere per un paio di minuti. Servitele tiepide come contorno.

Cipolle al forno.

Un altro contorno molto delizioso da preparare in poco tempo. Disponete 8 cipolle intere con la buccia in una teglia ricoperta da carta forno. Aggiungete un po' di sale e fate cuocere per 30 minuti a 180°. Mettetele in un piatto da portata, dopo aver tolto la buccia, e aggiungete un po' di olio e sale.