Volete capire qualcosa in più della vostra personalità? Vi basta guardare i piedi. Secondo la leggenda, la loro conformazione deriva dalla storica discendenza dai tre popoli da cui prendono il nome e, a seconda della loro forma, si possono individuare dei tratti distintivi del proprio carattere. Il segreto è analizzare la proporzione tra l'alluce e le altre dita. Scopriamo a quale categoria apparteniamo.

Piede greco – Il piede greco è quello affusolato in cui il secondo dito supera l'alluce. Secondo alcuni è il più bello dal punto di vista estetico, anche perché non dà particolari problemi nella scelta delle scarpe. E' un dettaglio che indica la presenza di una personalità ambiziosa, con una buona dose di prepotenza e difficile da domare.

Piede egizio – Il piede egizio ha una forma a scalate ed è molto comune in Italia. L’alluce è quindi il dito più lungo, mentre tutti gli altri vanno a decrescere fino al quinto dito. Le persone che hanno un piede simile sono pratiche, razionali, amanti della natura e sono inoltre costrette ad evitare le scarpe a punta, poiché le obbligano a ripiegare l’alluce verso il secondo dito.

Piede romano – Si tratta di un piede “quadrato” perché è più tozzo rispetto alle altre tipologie. Le prime tre dita sono più o meno della stessa lunghezza, mentre il quarto e il quinto sono più piccoli. Le persone con il piede romano sono taciturne, tendono a seguire amori impossibili e, di conseguenza, a rimanere delusi. Infine, non possono portare scarpe troppo strette o con tacchi alti poiché avrebbero la tendenza a spingere l'avampiede in punta.