L'anguria gialla, conosciuta anche come cocomera gialla, coco-ananas o cocomero giapponese, nasce da un innesto botanico creato in modo naturale dai Giapponesi, quindi non OGM.  Si tratta di un frutto della stessa famiglia dell'anguria ma con la polpa croccante di colore giallo, il sapore esotico simile a quello del mango e dell'ananas e con un retrogusto di fico d'India, un mix di odori e sapori che lo rendono davvero unico. Ma scopriamo le proprietà dell'anguria gialla, questo frutto estivo e dissetante tutto da scoprire e assaporare.

Proprietà benefiche dell'anguria gialla.

L'anguria gialla contiene più del 95% di acqua, è quindi molto dissetante e rinfrescante: il contenuto d'acqua lo rende anche un frutto depurativo e drenante. Contiene inoltre betacarotene, precursore della vitamina A che gli conferisce, oltre al suo colore giallo, importanti proprietà benefiche: garantisce il buon funzionamento della retina, con benefici per la vista, inoltre permette un sano sviluppo della ossa ed è un potente antiossidante, grazie anche alla presenza di vitamina C, contrastando l'azione dannosa dei radicali liberi e ritardando l'invecchiamento cellulare. Inoltre, la vitamina A, protegge la pelle e le mucose di tutto il corpo e rinforza i capelli. La cocomera gialla contiene anche importanti sali minerali come il potassio, potente antibatterico naturale che contribuisce anche a mantenere una corretta funzionalità dei nervi e dei muscoli, inoltre è priva di gassi e contiene pochissime calorie.

L'anguria gialla ha quindi proprietà idratanti, depurative, drenanti e rinfrescanti migliori dell'anguria rossa, può essere quindi un frutto da consumare nella stagione estiva in alternativa alla classica anguria, grazie anche alle sue proprietà organolettiche che rendono l'anguria gialla un frutto davvero salutare.

Dove troviamo l'anguria gialla?

L'anguria gialla è un frutto che si produce in Italia soprattutto in Basilicata e  Sicilia, sono infatti le regioni con una maggiore produzione principalmente nella provincia di Agrigento e ad Aragona. Anche nel Lazio, precisamente nella zona dell'Agro Pontino, c'è una buona produzione di cocomera gialla. Come possiamo vedere si tratta di un frutto che di asiatico ha solo l'innesto originale ma che possiamo tranquillamente trovare in vendita anche presso piccole produzioni familiari, coltivatori  e contadini, oltre che nelle grandi catene di supermercati.

Principali differenze tra anguria rossa e anguria gialla.

In cosa differiscono principalmente anguria rossa e anguria gialla? Le differenze riguardano soprattutto la colorazione, le dimensioni e la composizione del frutto. L'anguria gialla è infatti più piccola di quella tradizionale ed ha una buccia più sottile e maculata: ne esistono però due tipologie, una con la colorazione verde e l'altra con una buccia più ruvida e puntinata. Il peso dell'anguria gialla può variare da pochi chili fino ad arrivare a dieci.

Quando coltivarla?

La cocomera gialla può essere coltivata ad aprile o maggio in piena terra, oppure tra febbraio e marzo in semenzaio protetto. La raccolta avviene invece in estate tra giugno e agosto. Una volta raccolte vanno conservate in luogo fresco e consumate per gustare tutta la freschezza di questo frutto e usufruire di tutte le sue proprietà.