In Polonia è avvenuto un piccolo miracolo. Adam, un bambino di 2 anni, è stato trovato in stato di incoscienza nella notte tra domenica e lunedì sulle rive di un torrente nel villaggio di Raclawice, a nord di Cracovia. Per le strade della città, la temperatura era al di sotto dello zero ed il bambino, indossando solo il pigiama, era andato in ipotermia. Forse per giocare e per fare uno scherzo alla famiglia, era uscito in piena notte senza dire nulla alla nonna, che era in casa e che non si era accorta di niente. La sua temperatura corporea era scesa a 12 gradi, ma, nonostante ciò, è riuscito a sopravvivere a questa ipotermia record. Fino a oggi, 13,7 gradi era stata la temperatura più bassa che un corpo avesse mai raggiunto, senza morire.

I medici, infatti, non davano nessuna speranza al bambino, ma Adam, incredibilmente ha reagito e ce l’ha fatta. Dopo essere uscito dal coma artificiale terapeutico in cui era stato indotto, oggi ha mosso palpebre e arti, anche se è ancora attaccato al respiratore. Non è ancora certo che abbia riportato dei danni celebrali, ma sicuramente è sulla via della guarigione. Janusz Skalski, il medico dell’ospedale pediatrico di Cracovia, ha infatti dichiarato: “Siamo soddisfatti delle condizioni del piccolo, non ha sintomi preoccupanti e migliora. Lo staccheremo dai tubi presto e speriamo di cominciare a giocare con lui domani. Solo allora saremo in grado di definirlo un pieno successo”.