Lasciare un messaggio in una bottiglia in balia delle correnti di acqua o delle onde del mare può sembrare un gesto romantico: così Craig Sullivan, vedovo scozzese, ha pensato di lanciare oltre 2000 bottigliette sperando di trovare nuovamente la sua anima gemella.

Un gesto ispirato a film e libri che però ha fatto infuriare gli ambientalisti. Le bottigliette hanno invaso le spiagge di
Rhossili Bay e una donna ha scritto a Sullivan non per proporsi come compagna ma per lamentarsi dell'inquinamento. Oltre che a sporcare le spiagge, ha spiegato la donna, le bottigliette potrebbero rompersi diventando un vero e proprio pericolo per chi passeggia in riva al mare. Mentre la donna si è rivolta al diretto interessato, altri hanno deciso di sporgere denuncia alla Scottish Environment Protection Agency, l'agenzia scozzese di protezione ambientale.

La denuncia ha fatto sì che Sullivan ponesse fine alla ricerca della sua anima gemella utilizzando questo metodo, anche perché sembra che il suo esperimento abbia già dato i suoi frutti. L'uomo ha infatti rivelato di essere stato contattato da diverse donne anche se Sullivan ha raccontato al Telegraph di essere dispiaciuto della reazione di chi ha trovato le bottigliette: "C'è stata una spiacevole reazione negativa alle mie intenzioni, che mai avrebbero voluto causare tutto questo. È un po' triste, ma non intaccherà il mio ottimismo o la mia voglia di incontrare una persona nuova."