Le abitudini delle donne non sempre sono del tutto comprensibili agli uomini, così come alcuni "piaceri" che gli uomini non potranno mai provare: andare in bagno due, i continui sbalzi d'umore, l'armadio pieno di vediti ma niente da mettere sono solo alcune delle cose che  gli uomini proprio non riescono a capire delle donne.

In bagno in due: tra tutte le abitudini femminili, l'uomo non capirà mai perché le donne vanno sempre in bagno accompagnate da un'amica.  È una cosa di cui il sesso maschile proprio non riesce a capacitarsi: per lui basta tirare giù una zip, per una donna è un vero e proprio tour de force.

L'ostacolo armadio: l'uomo apre l'armadio e abbina, il più delle volte a caso, un jeans e una camicia, incurante dell'occasione o del luogo dove deve presentarsi. Per la donna la scelta dell'outfit deve prendere in considerazione ogni dettaglio, dalle scarpe alla borsa, passando per gli accessori, il make up e ovviamente per l'abito. E ci sarà sempre un indumento o un accessorio che manca o che non si abbina perfettamente, che quindi necessiterà di una seduta si shopping.

Le scarpe: loro ne hanno un paio per l'ufficio, uno per lo sport e (forse) uno per gli outfit più casual. Noi ne abbiamo una per colore, con tacchi di forme differenti, stivali, decolletè e loafer. Le scarpe non sono mai abbastanza e ogni scusa è buona per acquistarne di nuove.

L'ossessione per i gioielli: ok non è da tutte, ma la maggior parte delle donne non può fare a meno di fermarsi davanti a una vetrina colma di pietre preziose e gioielli luccicanti. Ergo, un gioiello sarà sempre un regalo perfetto, anche se di collane ne abbiamo zeppo il cassetto dei bijoux, una in più è sempre ben accetta.

L'attrazione verso le vetrine: lui passeggia tranquillo ammirando il paesaggio, tu ti fermi ad ogni vetrina. È più forte di noi: un po' come se nel nostro corpo avessimo una calamita e l'altra metà fosse posizionata sulla vetrina di ogni negozio. Dobbiamo sempre fermarci, almeno per qualche secondo, a scrutare, osservare ed immagazzinare prezzi e capi esposti in vetrina, non si sa mai.

Le dimensioni della valigia: che siano due giorni o una settimana, la valigia della donna sarà sempre troppo pesante per l'uomo. Facile per lui che non deve portare phon, piastra, beauty case con i prodotti make up e un paio di scarpe abbinato ad ogni outfit.

Le ore dal parrucchiere: per lui il taglio dura 15 minuti, mezz'ora a esagerare. Ma quando tu vai dal parrucchiere ti prendi l'intera giornata perché si sa, tra colore, taglio, piega e gossip le ore passano senza che tu te ne accorga. E quando torni a casa la sua affermazione sarà sempre la stessa: "Ma cosa ci sei stata a fare tutto il pomeriggio dal parrucchiere se poi i tuoi capelli sono sempre uguali?". Non c'è niente da fare, lo spirito di osservazione maschile non si accorgerà mai dei centimetri in meno o dei riflessi più chiari sulla chioma.

Il tempo in cui ti prepari: doccia, capelli, make up e scelta dell'outfit. Nella migliore delle ipotesi, una donna che si prepara ha bisogno almeno almeno di un'ora di tempo. Per l'uomo è tutto tempo sprecato, lui che si infila i jeans e la camicia, e forse si pettina i capelli con il gel. Vagli a spiegare che il trucco per essere fatto bene deve essere curato e che l'abito che indossi 99 su 100 andrà cambiato perché non ti soddisfa.

I cambi, innumerevoli, di abito: quando ti prepari per uscire non c'è santo che tenga. L'outfit che ti eri prefissata di indossare non ti calza a pennello: troppo piccolo/troppo largo/troppo corto/troppo elegante/troppo casual. La donna si cambia mediamente tre volte prima di riuscire a trovare l'outfit perfetto.

"Metto il mascara e ci sono": quando una donna pronuncia queste parole, ha bisogno ancora almeno di mezz'ora. Lo diciamo solo ed esclusivamente per tranquillarvi, così come i "metto le scarpe e scendo" o i "mezz'ora e sono pronta"; nulla di tutto questo è reale. La donna non sarà mai pronta dopo aver applicato il mascara, perché dovrà ancora ritoccare il make up, sistemare i capelli e il più delle volte, anche vestirsi.